Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Atletico flop, Suarez sostituito e arrabbiato: impreca e non saluta Simeone

(Photo by Fran Santiago/Getty Images)

Finché le cose vanno bene, è semplice riuscire a mantenere l’armonia nello spogliatoio. Quando però la macchina si rompe, vengono fuori gli scontri tra persone che non hanno peli sulla lingua. Non esiste descrizione migliore che riguardi...

Redazione Il Posticipo

Finché le cose vanno bene, è semplice riuscire a mantenere l'armonia nello spogliatoio. Quando però la macchina si rompe, vengono fuori gli scontri tra persone che non hanno peli sulla lingua. Non esiste descrizione migliore che riguardi Diego Pablo Simeone e per Luis Suarez, la mente e il braccio dell'Atletico Madrid dopo la sconfitta con il Siviglia e le scelte del tecnico.

SOSTITUZIONE  - I rapporti sono tornati difficili  complice la frenata in campionato e soprattutto la sostituzione con il Siviglia. La prestazione del pistolero è durata meno di un'ora. Simeone lo ha inserito al 58' inserendo Cunha. E l'uruguaiano non ha affatto gradito il cambio . L'attaccante è uscito dalla linea di fondocampo e per tutta la camminata verso la panchina ha mostrato la sua rabbia. Movistar ha mostrato le immagini della "passeggiata"  e delle imprecazioni guardando la panchina. Quando è arrivato al suo posto, non ha salutato il tecnico e si è seduto al suo posto, dove è stato ancora visto arrabbiato.

BIS - Non è neanche la prima volta che accade. Anche lo scorso anni i rapporti Come spiega AS, tutto nasce da una decisione abbastanza clamorosa del Cholo, che dopo neanche un'ora di gioco e sotto di 1-0 contro i Blues, opta per sostituire proprio Luis Suarez. Il fatto che il tecnico tiri fuori il miglior marcatore della squadra lascia di sorpresa tutti, compreso lo stesso uruguaiano. Che, come era facile immaginare, anche in quel caso, non l'ha presa per nulla bene. Al momento di uscire il Pistolero ha mostrato un sorriso particolarmente ironico, ma soprattutto quando si è seduto sui gradini della tribuna dopo il cambio le telecamere hanno rivelato tutta la rabbia per una sostituzione inattesa.

PRECEDENTE - Una scelta che, esattamente come nel caso della sfida con il Siviglia, alla fine non è neanche servita. Lo scorso anno l'Atletico ha lasciato la competizione senza riuscire a segnare neanche un gol nei 180' contro i blues. Da quello screzio però l'Atletico ritrovo la coesione e la forza per reggere al tentativo di rimonta del Real. Questa volta sono i colchoneros a dover tentare una rincorsa che appare quanto mai complicata anche perché, per quanto simili, le situazioni viaggiano su binari completamente diversi.