Atalanta, Zapata: “La squadra ha orgoglio e coraggio, il punto ci servirà”

La Dea pareggia con l’Ajax una sfida che si sarebbe potuta perdere ma finisce paradossalmente fra i rimpianti.

di Redazione Il Posticipo

La Dea pareggia con l’Ajax una sfida che si sarebbe potuta perdere ma finisce paradossalmente fra i rimpianti. L’Atalanta riesce a raddrizzare la partita dimostrando enorme personalità. Non era facile rientrare in partita contro una squadra che palleggia come gli olandesi. La Dea si poggia sul suo impianto di gioco, e mostra i muscoli di Zapata, che però riesce comunque a trascinarsi la squadra sulle spalle.

BENE – Tutto sommato è andata bene. “Penso che non abbiamo cambiato molto nel secondo tempo ma nel primo tempo non riuscivamo a finalizzare. Eravamo consapevoli che stavamo giocando una grande partita. Nell’intervallo non eravamo molto scoraggiati, ci siamo solo detti che sarebbe serviva fortuna ma anche pazienza per trovare il gol. Quando ci siamo riusciti la partita è cambiata. Spiace non aver segnato il terzo gol che ci avrebbe permesso di vincere, ma per come si era messa va bene così”.

PROSPETTIVE – Una doppietta importantissima, forse la più importante della carriera. “Ne ho segnate altre, di doppiette, non so se questa sia la più bella, ma sicuramente è la più pesante della carriera” Il girone resta aperto e con ogni probabilità si giocherà ad Amsterdam: “Questa squadra mette sempre orgoglio e anche grande qualità in campo. Credo che al termine di questa sfida il punto ci potrà servire moltissimo”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy