Atalanta-PSG, Enrico Letta risponde a Domenech: “Resta un mistero come sia nata la leggenda che sia un conoscitore di calcio…”

Atalanta-PSG, Enrico Letta risponde a Domenech: “Resta un mistero come sia nata la leggenda che sia un conoscitore di calcio…”

Dopo l’eliminazione dell’Atalanta per mano del Paris Saint-Germain, ci è voluto Raymond Domenech per…non fare i complimenti alla Dea. L’ex CT della nazionale francese ha lanciato una stilettata al tecnico dell’Atalanta. Ma c’è ì chi ha reso pan per focaccia a Domenech sul proprio profilo Twitter…

di Redazione Il Posticipo

“Complimenti al PSG per questa bella emozione e grazie a Gasperini per i suoi cambi a fine partita. Questo dimostra che la leggenda che i tecnici italiani siano i migliori resta una leggenda. Tuchel ha fatto meglio”. Dopo l’eliminazione dell’Atalanta per mano del Paris Saint-Germain, ci è voluto Raymond Domenech per…non fare i complimenti alla Dea. L’ex CT della nazionale francese (quello che ha perso la finale del 2006 contro l’Italia di Lippi) ha preso la parola sul suo profilo Twitter e ha lanciato una stilettata al tecnico dell’Atalanta, che aveva già punzecchiato qualche tempo prima della partita dei quarti di finale.

LEGGENDA – Naturalmente la sua dichiarazione non è passata inosservata e ha causato parecchie polemiche. Molti si sono sentiti in dovere di rispondere all’ex commissario tecnico dei Bleus sotto al suo post, ma c’è anche chi ha reso pan per focaccia a Domenech sul proprio profilo. È il caso di Enrico Letta, ex Presidente del Consiglio e di comprovata fede milanista. Il che però non gli ha impedito di controbattere al tecnico francese. “Come sia nata la leggenda di Domenech come conoscitore di calcio resta un mistero. Il PSG ha dovuto aspettare il novantatreesimo minuto per aver ragione di una squadra, l’Atalanta, i cui giocatori tutti assieme guadagnano quanto uno solo dei suoi attaccanti”

AD HONOREM – Il riferimento è ovviamente a Neymar, che con i suoi 36 milioni di euro netti in teoria potrebbe pagare tutta la rosa a disposizione di Gasperini. E per avere la meglio sulla Dea c’è voluto l’altro paperone Mbappè, con i suoi 16 milioni all’anno, per svegliare una squadra che per oltre sessanta minuti sembrava non riuscire a scalfire il muro nerazzurro. Una contro-stilettata da parte di Letta che è stata parecchio apprezzata dai suoi follower. Qualcuno l’ha anche definito “atalantino ad honorem”, mentre altri hanno preferito…continuare a insultare Domenech. Che, come spesso gli accade, forse ha perso una buona occasione per festeggiare una vittoria francese senza dare troppo nell’occhio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy