calcio

Atalanta, la rabbia di Marino: “Sui falli di mano siamo tornati alla libera interpretazione, così è caos”

MILAN, ITALY - JULY 29:  Umberto Marino of Atalanta BC attends the Serie A 2019/2020 fixture unveiling on July 29, 2019 in Milan, Italy.  (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images for Lega Serie A)

Nella sfida, evidentemente, pesano anche le decisioni arbitrali molto contestate in campo. L'Atalanta si sente penalizzata dalle decisioni arbitrali. 

Redazione Il Posticipo

Due "Atalante" in questa partita. Una che non ha mai tirato in porta nei primi 45' l'altra che è arrivata con estrema facilità verso la porta avversaria. Non a caso Terracciano è stato fra i migliori in campo. La sfida del Gewiss lascia in eredità la sensazione che il gioco sia corale, ma che è mancata la qualità di alcuni interpreti. Le giocate importanti sono arrivate solo nella ripresa. Troppo tardi per raddrizzare la sfida. Tre gol dopo tre giornate non sono cifre da Atalanta. Nella sfida, evidentemente, pesano anche le decisioni arbitrali molto contestate in campo. L'Atalanta si sente penalizzata. Il direttore Umberto Marino ha parlato ai microfoni di Sky Sport

MILAN, ITALY - JULY 29:  Umberto Marino of Atalanta BC attends the Serie A 2019/2020 fixture unveiling on July 29, 2019 in Milan, Italy.  (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images for Lega Serie A)

SPIEGAZIONE - Il dirigente pretende spiegazioni. "La parola andrebbe lasciata a chi deve chiarire questi episodi. Facciamo incontri, ci confrontiamo e poi quando si va in campo vediamo qualcosa che non ha logica tecnica. Si parla tanto di comunicazione ma è ingiustificabile che non vi siano interpretazioni su questi episodi. Il fallo di mano è paragonabile al rigore negatoci contro il Bologna. Siamo tornati a una grande soggettività. La libera interpretazione è totale. Non c'è una spiegazione logica. Se questo del rigore è considerato un movimento volontario allora è anche illogica l'interpretazione. Questo episodio cambia la partita. Si parla tanto d comunicazione, ma in questi casi non dice niente nessuno. Mi aspetto qualcosa".