Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Atalanta, Gasperini: “Primato qualcosa di bello, è un premio, cerchiamo di farlo durare a lungo”

Atalanta, Gasperini: “Primato qualcosa di bello, è un premio, cerchiamo di farlo durare a lungo” - immagine 1
Vittoria e primato storico per l'Atalanta.

Redazione Il Posticipo

L'Atalanta vince anche a Monza e si gode il primato solitario in classifica. Evento che non si registrava dal 1964 quando, dopo due giornate, per la prima e sinora unica volta la Dea era al comando ma non da sola come adesso. Sfida contro i brianzoli mai in discussione. Gasperini incamera altri tre punti e analizza la sfida ai microfoni di DAZN.

DEA

La serie A ha una nuova capolista. Una dea sull'Olimpo. L'Atalanta è scattata dai blocchi da centometrista. Cinque giornate di campionato sono poche per tracciare bilanci definitivi ma se il buongiorno si vede dal mattino questa Atalanta ha le possibilità di tornare a giocare un campionato di vertice. "Non ci è mai successo di essere da soli al comando, è un merito e un premio a tutti questi ragazzi per come hanno iniziato la stagione. I tifosi si possono godere questo primato. Di certo è qualcosa di bello, cerchiamo di farlo durare il più a lungo possibile. Noi pensiamo a lavorare per migliorare e continuare a crescere".

Atalanta, Gasperini: “Primato qualcosa di bello, è un premio, cerchiamo di farlo durare a lungo” - immagine 1

CONSAPEVOLEZZA

Il primato in classifica lascia in eredità la sensazione una squadra che ha una consapevolezza diversa e una grandissima praticità. Segna, difende, gioca con la palla e con il cronometro. In una sola parola. Pragmatica. "Questo è un momento specifico particolare, l'importante è segnare altrimenti non si vincono le partite. Lo scorso anno non siamo mai riusciti a trovare la via della rete con continuità e questo ci ha impedito di salire in classifica nonostante avessimo preso gli stessi gol dell'anno precedente. In ogni caso questa squadra ha caratteristiche diverse, ha velocità e ci permette di giocare e ripartire in contropiede. L'importante è essere efficaci". Gasperini si gode anche i nuovi gioielli che hanno deciso la sfida. Hojlund e Lookman rappresentano il futuro. "Sono dei ragazzi di spessore, come Soppy ma dietro c'è tutto il nucleo storico sul quale conto in modo assoluto. Hojlund ha solo 19 anni ma ha un futuro radioso perché è sveglio. Spero di accompagnarlo nella sua crescita con delle indicazioni che lo aiutino a essere un calciatore di valore".