Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Atalanta, Colantuono avvisa: “Chi prende Gomez fa un colpo, ma sarebbe una grossa perdita per la Dea…”

 (Photo by Jon Super - Pool/Getty Images)

Tifoso della Roma da sempre, tecnico dell'Atalanta per ben sette anni. Per Stefano Colantuono il match tra la Dea e i giallorossi non è una partita come tutte le altre. E l'ex allenatore dei nerazzurri ha anche detto la sua sulla frattura tra...

Redazione Il Posticipo

Tifoso della Roma da sempre, tecnico dell'Atalanta per ben sette anni. Normale che per Stefano Colantuono il match tra la Dea e i giallorossi, piatto forte assieme a Lazio-Napoli della tredicesima giornata, non possa essere una partita come tutte le altre. L'allenatore di Anzio, attualmente direttore tecnico della Sambenedettese, ha parlato ai microfoni di Maracanà su TMW Radio e ha spiegato che la partita dell'Atleti Azzurri d'Italia dirà parecchio sulle ambizioni delle due squadre. E ha anche detto la sua sul caso che scuote Bergamo, la frattura tra il Papu Gomez e Gasperini che rischia di portare all'addio del capitano dei bergamaschi.

PAPU - E chi l'ambiente di Zingonia lo conosce bene, non può non notare qualche scricchiolio, soprattutto dopo gli ultimi botta e riposta tra tecnico e calciatore. Uno che, a dirla tutta, per Colantuono farebbe molto comodo a tantissime squadre."Qualche problema c'è, vedo Gomez in uscita. Chi lo prende fa un colpo, è un giocatore importante. Tutti potrebbero beneficiare del suo arrivo, è un tuttocampista. La sua crescita è molto merito di Gasperini ed è un peccato che si vada a interrompere questa storia. Sarebbe una perdita grossa, ma se sarà presa questa scelta, i motivi devono esserci". La Dea però nel frattempo deve pensare al campo. E dopo aver perso un po 'di terreno rispetto alle altre contendenti per la vetta della classifica, deve ricominciare a macinare punti come nella scorsa stagione.

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

OBIETTIVI - Un problema, se di fronte si ritrova davanti una Roma che, escluso il match di Napoli, ha sempre tenuto molto bene il campo anche contro le big. La partita, dunque, è un banco di prova per entrambe le squadre. "Sarebbe un segnale importante per chi vincerà. È una partita di vertice, con squadre molto forti. L'Atalanta è leggermente attardata, ma è una partita fondamentale anche per capire i veri obiettivi di entrambe. Chi ne verrà fuori bene, può prendere grande slancio". Eppure, la grande favorita è un'altra... "Credo che l'Inter, mai come quest'anno, sia candidata alla vittoria finale. Non avere le coppe può essere determinante". Di certo, un qualcosa su cui nè l'Atalanta nè la Roma, entrambe ancora impegnate in Europa...possono essere d'accordo!