Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Asse Ancelotti-Modric-Dalic: obiettivo mondiale e… permanenza alla Casa Blanca

ELCHE, SPAIN - DECEMBER 30: Luka Modric of Real Madrid celebrates after scoring his sides first goal during the La Liga Santander match between Elche CF and Real Madrid at Estadio Martinez Valero on December 30, 2020 in Elche, Spain. Sporting stadiums around Spain remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Eric Alonso/Getty Images)

Arrivare a giocarsi la kermesse potrebbe tradursi anche al rinnovo con il Real.

Redazione Il Posticipo

Luka Modric sta vivendo, a 36 anni, un sogno condiviso con quattro milioni di connazionali: accompagnare la sua amata Croazia ai Mondiali in Qatar. Obiettivo che passa prima da Malta e poi da Spalato contro la Russia. Due trasferte che potrebbero garantire il pass per l'ultima grande competizione internazionale del centrocampista che nell'inverno del 2022 compirà 37 anni. Arrivare a giocarsi la kermesse mediorientale, fra l'altro, potrebbe tradursi anche al rinnovo con il Real.

DOSATO - Il fuoriclasse del Real Madrid è consapevole che entrambi gli obiettivi sono raggiungibili con un attento dosaggio delle forze. Non a caso, come riportato da AS, ha chiesto e ottenuto da Ancelotti di saltare la sfida con il Ravo per non accumulare troppa fatica. Il tecnico italiano, in tal senso, è un alleato prezioso: è molto attento alla gestione del centrocampista, per averlo al meglio nella fase decisiva della stagione.  E anche in Croazia sono sensibili alla causa: gli hanno permesso di smaltire febbre e tosse per raggiungere Zagabria a ridosso del doppio impegno. Molto più importante, per Dalic, averlo al meglio con la Russia, considerando che con ogni probabilità la Croazia sarà obbligata a vincere per evitarele forche caudine dei play off.

 MOSCOW, RUSSIA - JULY 15: President of Croatia, Kolinda Grabar Kitarovic greets Luka Modric of Croatia as he is presented with his runners-up medal after the 2018 FIFA World Cup Final between France and Croatia at Luzhniki Stadium on July 15, 2018 in Moscow, Russia. (Photo by Matthias Hangst/Getty Images)

RINNOVO - L'asse Modric- Ancelotti - Dalic è molto solido: che la Croazia si qualifichi direttamente al mondiale conviene a tutti. Il commissario tecnico avrà tempo e modo per preparare l'evento. Il centrocampista potrà risparmiarsi tre partite di grande impatto psicofisico a marzo ed essere a totale disposizione di Ancelotti che in quel periodo preparerà il rush finale della stagione. E se Modric arriverà perfettamente rodato all'appuntamento decisivo, potrà giocarsi anche il rinnovo con il Real. Ancelotti in tal senso è uno dei suoi migliori sponsor, esattamente come lo è stato Zidane. E se il centrocampista offrirà le necessarie garanzie nessuno gli invierà la notifica di sfratto esecutivo dalla Casa Banca. Il solco, per la stagione 2022/2023 è tracciato ed è costellato di sogni da raggiungere. Modric, ha già dimostrato di saperli trasformare in realtà.