Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Asprilla “bacchetta” Muriel: “Ora lo aspettiamo con la Colombia, è in debito….”

BENEVENTO, ITALY - JANUARY 09: Luis Muriel of Atalanta celebrates after scoring their sides fourth goal during the Serie A match between Benevento Calcio and Atalanta BC at Stadio Ciro Vigorito on January 09, 2021 in Benevento, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

L'ex calciatore del Parma chiede a Muriel lo stesso salto di qualità che lo ha reso indispensabile a Bergamo.

Redazione Il Posticipo

Luis Muriel, per anni incompiuto, è diventato finalmente un calciatore fondamentale. La Dea lo ha portato nell'Olimpo della serie A. I nerazzurri e il gioco di Gasperini hanno esaltato le doti del calciatore, vincitore, senza ombra di dubbio, dell'oscar del campionato come "milglior giocatore non prtoagonista". Gioca moltissimo, ma non sempre dall'inizio. Appena 11 le partite giocate dal 1, ma numeri entusiasmanti da... dodicesimo. Un gol ogni 61'. In campionato, giocando 980', 26 partite, 16 gol, e 7 assist. In Champions 7 presenze, 352' e 3 gol. In Coppa Italia 281' 4 partite, 2 assist e un gol. Numeri straordinari e ancora suscettibili di variazioni nelle dieci partite che mancano. Adesso, a 29 anni, è il momento di affermarsi con la Colombia.E Tino Asprilla, tramite i canali di tuttomercatoweb, lo bacchetta...

MATURO -L'ex calciatore del Parma ritiene che Muriel abbia completato il suo percorso. "In questi anni ha accumulato abbastanza esperienza per giocare ad altissimi livelli. A 29 anni credo che sia nell'età giusta per potersi imporre nel calcio che conta. Evidentemente non era ancora maturo, adesso invece ha acquisito quella consapevolezza necessaria per trasformarsi in un campione. Deve ancora migliorare però con la maglia della Colombia. Io non capisco perché non riesca a giocare quattro cinque partite di alto livello con la Nazionale con lo stessa continuità che ha con la maglia dell'Atalanta. Credo che Luis sia un po' debito con la nazionale".

POTENZIALE - In tanti ritengono che Muriel abbia reso meno rispetto ai mezzi a disposizione. "Quando aveva 15 0 16 anni aveva delle doti che lasciavano immaginare un futuro grandioso. Aveva corsa, tecnica, velocità, progressione che promettevano molto di più di quello che ha fatto sinora. Oggi evidentemente si è finalmente convinto delle sue straordinarie qualità e i numeri parlano chiaro: è diventato un grande giocatore con l'Atalanta. E adesso lo sia con la Colombia".

Potresti esserti perso