Arthur, ospite non più gradito al Camp Nou: resta fuori

Il brasiliano aveva raggiunto lo stadio per seguire la partita contro il Napoli ma è stato rispedito a casa.

di Redazione Il Posticipo

Arthur Melo, ospite sgradito al Camp Nou. Secondo la ricostruzione del Mundo Deportivo, il centrocampista brasiliano ha raggiunto la struttura per seguire la partita contro il Napoli ma è stato rispedito a casa.

INDISCIPLINATO – Arthur voleva entrare e gustarsi la partita dagli spalti, ma non gli è stato possibile. Il brasiliano, che aveva unilateralmente  deciso di non tornare ad allenarsi dopo sei giorni di riposo, non ha ricevuto l’autorizzazione dal club per entrare ed è tornato a casa. Nulla di personale, ma solo precauzione. Nel pomeriggio della giornata antecedente il match, come previsto dal protocollo, si era recato alla Ciutat Esportiva de Sant Joan Despí per sottoporsi a un test sul coronavirus. Del resto, aveva trascorso due settimane in Brasile , uno dei paesi più colpiti dalla pandemia. Il risultato del test, però, non è arrivato in tempo, quindi il Barcellona non ha voluto correre rischi.

PROTOCOLLO – Non avendo la certezza sull’esito del tampone,  Arthur non ha avuto scelta: è dovuto tornare a casa dove probabilmente avrà visto la  in televisione. Non è, comunque, l’unica questione in sospeso di Arthur. Dal club catalano trapela di un incontro in sospeso tra il giocatore ed Eric Abidal per chiarire la situazione. Il centrocampista  vuole ridurre la tensione e risolvere la situazione venutasi a creare raggiungendo, presto e bene, un accordo che gli consenta, sin da subito, di lasciare il club e unirsi alla Juventus.

CHIARIMENTO – A pensar male si fa peccato, ma ci si azzecca spesso. E la sensazione diffusa è che il ragazzo non sia più gradito. A chiarire la situazione ci ha pensato  Amor , direttore delle relazioni istituzionali del club. “Arthur non non ha il risultato del test, dunque è fuori dalla lista delle persone che potrebbero essere allo stadio. Ed ecco perché non è al Camp Nou. Vedremo cosa succederà, ma per noi contava solo la partita. Di tutto il resto parleremo dopo ”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy