Setièn difende Griezmann e retrocede Arthur: “Penso alla squadra, adesso è come giocare a scacchi”

L’allenatore del Barcellona difende strenuamente Griezmann alla vigilia della sfida con il Maiorca. E ribadisce che non vi sono insostituibili, tranne qualcuno…

di Redazione Il Posticipo

Quique Setién , allenatore del Barcellona difende strenuamente Griezmann alla vigilia della sfida con il Maiorca. E ribadisce che non vi sono insostituibili, tranne qualcuno. E non è difficile capire quale sia. Le sue parole sono riportate dal Mundo Deportivo.

CAMBIAMENTI – Si gioca spesso, come previsto. E ci saranno ovviamente cambiamenti. “Ci saranno sostituzioni man mano che si andrà avanti con le partite. Vedremo di volta in volta come evitare infortuni e arrivare freschi ai giochi. Griezmann è indiscutibile, è un grande calciatore, continuiamo a contare su di lui, continuerà a svolgere un ruolo da protagonista perché è importante per la squadra e il club, ma ci sono anche altri giocatori che dobbiamo usare. Suárez è uno di questi ma ha una autonomia limitata. Vidal trasmette energia. Sono molto soddisfatto”. Tutti sostituibili, tranne qualcuno. Messi però segna 20 gol da… sempre. “Io non valuto solo  gol ma anche il resto dei contributi come gli assist”. Arthur è stato retrocesso a quarto centrocampista. “So che a tutti piace giocare, ma devo pensare alla squadra. Questo torneo è diventato una partita a scacchi con molte varianti ”

CAMP NOU – Il Barcellona proverà anche cosa si provi nel giocare al Camp Nou a porte chiuse. “Non so fino a che punto può condizionarci. Preferiremmo il pubblico, ma sappiamo che non sarà possibile e dobbiamo adattarci. Spero che ciò non ci riguardi. Non so cosa sarà più decisivo. Quello che devi fare è vincere. Ci saranno circostanze che altereranno le prestazioni. Spero che la squadra sia al di sopra di tutto ciò, ma che giocare senza un pubblico non ci danneggi ”.La mia intenzione di non rischiare nessuno e prevenire infortuni quanto possibile”. A proposito  di fattore campo. Il Real ha segnato un gol… sospetto. Setien lascia correre. “Ci sono molte cose che non puoi controllare. Tre centimetri rappresentato un fattore che nessuno può controllare”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy