Arthur impara l’italiano, ma la storia dice che i brasiliani nella Torino bianconera…non si ambientano troppo bene

Arthur studia l’italiano, tra parole e…parolacce. Ma quando si parla dei brasiliani e del loro ambientamento a Torino, non sempre la storia della Juventus racconta avventure a lieto fine.

di Redazione Il Posticipo

Spaesato

(Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Nel 2008, la Fiorentina ha un guizzo di genio e porta in Italia dalla Spagna un giovane Felipe Melo. Una furia, un’autentica macchina da guerra che vessava chiunque cercasse di superare la propria trequarti. La Juve quasi non ci crede e lo acquista l’anno successivo. Alla Juventus serve un buon rubapalloni e… dopo il suo arrivo continuerà a servire. Melo, a Torino è l’ombra di se stesso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy