Arthur, faccia a faccia con Abidal, ma cambia poco: resta fuori squadra

Il calciatore brasiliano ha incontrato il dirigente ma la sensazione è che la sua situazione non cambierà.

di Redazione Il Posticipo

Arthur ce l’ha fatta: il calciatore brasiliano, come riportato da AS, è riuscito a incontrare questa mattina  la dirigenza del Barcellona. In particolare, ha parlato con Éric Abidal. Un appuntamento dopo il mancato ingresso del calciatore al Camp Nou per assistere alla sfida contro il Napoli. Il club non ha permesso al giocatore di accedere alle sue struttura perché Arthur non aveva superato il test ufficiale UEFA e dunque non era nell’elenco delle persone che potevano accedere alla struttura.

DISTENSIONE  – Secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo, il centrocampista vuole allentare la tensione generatasi nelle ultime settimane. E sembra che l’incontro, per quanto distensivo, non cambierà troppo la situazione del brasiliano, che si è rifiutato di tornare ad allenarsi con i compagni una volta esaurito il periodo di vacanza concesso dal tecnico. E avendo operato unilateralmente nonostante sia legato da un contratto, non è impossibile immaginarsi un proseguo a carte bollate.

SPIEGAZIONI – La ricostruzione fornita da AS parla di un faccia a faccia secondo cui il giocatore ha spiegato ad Abidal i motivi per cui non si è presentato per l’allenamento. Sostanzialmente, tutto nasce dall’idea che Setièn comunque non lo avrebbe fatto scendere in campo. Il club catalano però non si è mosso di un centimetro: insiste sul fatto che il suo comportamento è stato un reato molto grave. La sensazione è che la situazione di Arthur non cambierà. Rimarrà lontano dalla squadra anche perché il Setién è contrario, per principio,  al rientro del calciatore in gruppo. L’allenatore è stato abbastanza chiaro. Per lui la questione è chiusa adesso e non al brasiliano non resta che aspettare il momento in cui potrà unirsi alla Juventus.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy