Arteta vuole un altro Arsenal: “Ci siamo spenti, è una cosa inaccettabile. Auba non voleva fare male a nessuno, ma…”

Arteta vuole un altro Arsenal: “Ci siamo spenti, è una cosa inaccettabile. Auba non voleva fare male a nessuno, ma…”

L’Arsenal di Arteta continua a zoppicare. Certo, non è più quello totalmente in confusione delle ultime settimane dell’era Emery, ma anche l’arrivo del nuovo tecnico non è che abbia cambiato molto le cose. Soprattutto in termini di risultati e classifica…

di Redazione Il Posticipo

L’Arsenal di Arteta continua a zoppicare. Certo, non è più quello totalmente in confusione delle ultime settimane dell’era Emery, ma anche l’arrivo dello spagnolo, ex vice di Guardiola al City, non è che abbia cambiato molto le cose, soprattutto in termini di risultati e classifica. Il pareggio esterno contro il Crystal Palace potrebbe sembrare un buon risultato, considerando che i Gunners hanno giocato metà ripresa in dieci per l’espulsione di Aubameyang. Ma visto che il pareggio del Palace, arrivato quando ancora le squadre erano in parità numerica, è stato un gentile regalo della sua squadra, Arteta non può certo essere contento.

INACCETTABILE – Lo spagnolo lo spiega senza mezzi termini nelle dichiarazioni post-partita ai microfoni di BT Sports. “Sono molto soddisfatto di come la squadra ha giocato nel primo tempo. Poi però abbiamo quel gol quando ci siamo totalmente spenti. È una cosa inaccettabile e sono molto arrabbiato che sia accaduto. Anche se dopo aver subito il gol abbiamo reagito nella maniera giusta”. Il che ha permesso di portare a casa almeno un punto, ma non i tre che forse servivano ai Gunners. L’Arsenal resta infatti decimo, dietro proprio al Palace, e con il rischio di vedersi superare dall’Everton di Ancelotti.

ROSSO – Di male in peggio, perchè la VAR ha anche convinto l’arbitro ad espellere Aubameyang per un brutto intervento ai danni di Meyer, colpito in pieno sulla caviglia. Inizialmente l’attaccante se l’era cavata con un giallo, ma il colore è cambiato. Permettendo però ad Arteta di vedere un Arsenal simile a quello che vuole. “Dopo il cartellino rosso di Aubameyang, siamo diventati la squadra che mi aspettavo che fossimo, perchè tutti quanti hanno dato il massimo. Non ho ancora rivisto bene l’espulsione di Auba, ma penso che fosse un intervento troppo duro. Certamente non aveva intenzione di far male a nessuno, ma forse ha sbagliato il tempo dell’entrata…”. Di certo, ha sbagliato momento per beccarsi il rosso: l’espulsione diretta per intervento violento dovrebbe significare che Aubameyang si perderà sia il match con il lanciatissimo Sheffield che il derby londinese con il Chelsea. Non proprio la notizia che i Gunners si aspettavano da questo turno di Premier…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy