Arteta, problemi in campo e fuori: “Le famiglie dei miei giocatori hanno paura del coronavirus”

Arteta, problemi in campo e fuori: “Le famiglie dei miei giocatori hanno paura del coronavirus”

L’Arsenal sta passando un momento duro, ma non è colpa solamente dell’eliminazione dall’Europa League. Dopo quanto accaduto in Italia, l’emergenza di coronavirus sta preoccupando anche l’Inghilterra e soprattutto le famiglie dei giocatori…

di Redazione Il Posticipo

Delusione e preoccupazione: adesso all’Arsenal circolano sentimenti decisamente negativi. Nella settimana in cui la squadra è stata eliminata dall’Europa League, Oltremanica è stato lanciato l’allarme coronavirus e la stampa inglese ha avanzato l’ipotesi di un stop di due mesi al campionato per fronteggiare l’emergenza. La stagione già complicata dell’Arsenal rischia di diventare impossibile: Mikel Arteta ha rivelato che i parenti dei suoi giocatori hanno paura.

REGNO UNITO IN ALLARME – I dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sono allarmanti: 86.927 casi confermati di Covid-19 e 2.976 decessi in 59 Paesi diversi. Un’emergenza che ha comportato diversi problemi nel mondo del calcio: inizio posticipato della Chinese Super League, stop al campionato svizzero in corsa, molti rinvii e tante polemiche nella nostra Serie A. In Inghilterra il calcio non si è ancora fermato, ma i 23 casi già confermati nel Regno Unito a partire da domenica scorsa hanno fatto crescere l’attenzione nei confronti del fenomeno e l’ansia.

FAMIGLIE IN ANSIA – Arteta accetta che le famiglie dei suoi giocatori siano preoccupate: “Non siamo ansiosi, però tutti noi leggiamo quello che viene riportato dai media. Le nostre famiglie sono preoccupate. Abbiamo tanti giocatori stranieri ed è normale che i loro parenti siano allarmati. Il club e le autorità sono in contatto, stiamo seguendo le istruzioni del medico del club. Finora i protocolli sono stati sufficienti, ma noi non sappiamo come si svilupperà la situazione. In altri Paesi sono state prese decisioni difficili, noi dobbiamo lasciarci guidare da loro”.

BENEDETTA FA CUP – L’eliminazione ai sedicesimi di Europa League brucia, ma Arteta invita tutti a guardare avanti. Lunedì è in programma la sfida col Portsmouth valida per gli ottavi di FA Cup: una bella occasione per alzare la testa dopo l’eliminazione europea. Arteta non vede l’ora di scendere in campo: “È speciale. Probabilmente è una delle partite più belle da giocare quest’anno. Siamo molto legati alla FA Cup, è un trofeo che fa parte della nostra storia. Vogliamo giocarcela, sappiamo che col Portsmouth sarà dura”. E vincere sarà d’obbligo per i suoi Gunners.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy