Arteta: “Ozil e Guendouzi fanno ancora parte della rosa. Vogliamo crescere in fretta”

Arteta: “Ozil e Guendouzi fanno ancora parte della rosa. Vogliamo crescere in fretta”

L’Arsenal pronto all’esordio contro il Fulham fra aspettative e mercato.

di Redazione Il Posticipo

Arteta inizia la sua prima stagione da protagonista in toto sulla panchina dell’Arsenal. Dopo un gran finale di stagione e un ottimo inizio, le aspettative sono diverse. E i titoli alimentano speranze per una squadra che ha come obiettivo tornare in Champions e giocare un campionato di vertice dopo troppi anni anonimi. Il tecnico ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Fulham e le sue parole sono riportate da Football London.

MERCATO – La finestra di mercato è aperta a diverse soluzioni. Si parla di Ozil e Guendouzi. “Abbiamo alcuni giocatori davvero bravi e in qualche caso dei doppioni. È molto difficile promettere ai giocatori minutaggio o garanzie tecniche. Cerchiamo di gestire la situazione nel miglior modo possibile, contando sempre sulle aspettative dei giocatori e su cosa possiamo ottenere con loro come club e stiamo prendendo decisioni in tal senso . Matteo si è allenato come ogni altro giocatore della rosa. In nazionale ha giocato di nuovo molto bene, ed è qui. In quanto a Ozil, non ci sono stati aggiornamenti. Tutti i giocatori che abbiamo a disposizione sono stati trattati esattamente allo stesso modo. Si sono allenati tutti, hanno messo tutti il ​​massimo impegno in ogni sessione di allenamento. e questo è quello che mi aspetto da loro”.

PRESSIONE – Nove mesi dopo, su Arteta c’è una pressione diversa: “Responsabilità e pressione sono sempre legate. Sono grato per la fiducia che il club sta dimostrando nei miei confronti. Sto solo cercando di fare il mio lavoro nel miglior modo possibile, il più velocemente possibile in modo più sufficiente per tornare in alto. Ogni nuova stagione porta nuove aspettative. Il modo in cui abbiamo concluso la scorsa stagione e abbiamo iniziato questa con un titolo alimenta le aspettative. Il primo test è con il Fulham, uno stadio molto inglese, una squadra neopromossa che sarà completamente pronta e concentrata per batterci”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy