Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Arteta allontana l’ombra di Conte: “Mi sento coinvolto al 100 per cento. Vedo il futuro con positività”.

BRENTFORD, ENGLAND - AUGUST 13: Mikel Arteta, Manager of Arsenal reacts during the Premier League match between Brentford and Arsenal at Brentford Community Stadium on August 13, 2021 in Brentford, England. (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

Nel nord di Londra il cielo più plumbeo del solito, con la panchina del tecnico spagnolo che traballa come mai negli ultimi tempi

Redazione Il Posticipo

Mai così male. Non è un’esagerazione, perché a guardare le statistiche, nessun tifoso dell’Arsenal aveva mai visto i Gunners iniziare un campionato in maniera così disastrosa. E dire che di possibilità ce ne sarebbero, perché 128 anni dal debutto in Second Division nel 1893 dovrebbero offrire una vasta scelta. E invece no, peggior avvio di sempre, tre sconfitte in altrettante partite, zero gol fatti e nove subiti, cinque dei quali dal Manchester City di Guardiola, che non ha avuto pietà del suo allievo Arteta. Abbastanza affinché nel nord di Londra il cielo sia più plumbeo del solito, con la panchina del tecnico spagnolo che traballa come mai negli ultimi tempi.

POLEMICHE  - Un avvio di campionato che non poteva essere peggiore di così. L'ombra di Conte che aleggia sul North London. L'insoddisfazione dei tifosi. Ce n'è abbastanza per vivere giorni complicati. Arteta però allontana i fantasmi. Le sue parole sono riprese da Football London.  "Ovviamente non siamo neanche lontanamente dove vogliamo essere, questo è certo. Tutti sono delusi, ma siamo determinati a rovesciare la situazione il più rapidamente possibile. Serve però anche saper osservare da una prospettiva diversa quanto accaduto. Non vado a caccia di scuse, ho cercato di spiegare cosa sia successo nelle settimane precedenti, ma se qualcuno non vuole vederle, non dipende da me. Sono stato molto chiaro, il più possibile chiaro, su quale sia la strada intrapresa dal club, Adesso c'è da percorrerla nel miglior modo possibile. Mi sento coinvolto al 100 per cento. Vedo il futuro con molta positività".

PROSPETTIVE - L'unico modo per trasformare fischi in applausi e dubbi in certezze sono i risultati. Arteta ne è consapevole. "Veniamo giudicati ogni giorno per il nostro lavoro, per ogni risultato che otteniamo. Stiamo recuperando giocatori da infortuni, covid e squalifiche. Non vedo l'ora di avere tutti a disposizione. Ora dobbiamo resettarci, riportare tutti in carreggiata e iniziare a vincere le partite. Speriamo di potere rovesciare la situazione abbastanza rapidamente. Abbiamo gli strumenti che crediamo ci daranno la migliore opportunità di competere nel modo in cui vogliamo in questo campionato. Ci serve una reazione, per poi trovare l'alchimia giusta per rilanciarci, ma occorre riuscirci in fretta".