Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Arsenal, tifosi furiosi con Kroenke: fumogeni e striscioni fuori dall’Emirates. E l’invito a lasciare il club

LONDON, ENGLAND - APRIL 23: Arsenal fans protest against the European Super League and Owner Stan Kroenke outside the stadium prior to the Premier League match between Arsenal and Everton at Emirates Stadium on April 23, 2021 in London, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Justin Setterfield/Getty Images)

Non c'è pace per la dirigenza americana. Le scuse non sono bastate.

Redazione Il Posticipo

I tifosi dei gunners scatenati al di fuori dell'Emirates contro la famiglia Kroenke. Il tentativo di chiarimento sul forum evidentemente, non è bastato ai tifosi, né ha portato alcun tipo di beneficio alla proprietà statunitense finita nel mirino dei tifosi.

MANIFESTAZIONE - Come riportato dal Sun, i tifosi si sono radunati nei pressi dell'Emirates per contestare le scelte della dirigenza. La decisione, poi ritirata, di entrare in Superlega è la goccia che ha fatto traboccare un vaso colmo di insofferenza verso il miliardario 73 anni, entrato a far parte del consiglio della squadra della Premier League nel 2008, diventato azionista di maggioranza tre anni dopo ma ma realmente riconosciuto dalla tifoseria.

MAGRO - Agli occhi dei tifosi, la dirigenza ha indebolito la competitività della squadra. Anche se, al netto del dominio del City interrotto dal Liverpool lo scorso anno, l'Arsenal si è ritagliata uno spazio più che dignitoso in coppa. Ha vinto quatto FA Cup. Non abbastanza per l'esigente tifoseria del North London che ha sempre maldigerito, oltre a una gestione che raramente è sembrata legata al club dal punto di vista sentimentale, non riesce a mettere in campo un Arsenal competitivo per la vittoria della Premier. E anche la qualificazione in Champions, considerata per anni minimo sindacale è da tempo quasi irraggiungibile.

 LONDON, ENGLAND - APRIL 23: Arsenal fans protest against the European Super League and Owner Stan Kroenke outside the stadium prior to the Premier League match between Arsenal and Everton at Emirates Stadium on April 23, 2021 in London, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Jacques Feeney/Getty Images)

OUT - Secondo quanto riportato dal Sun, i tifosi non hanno compreso il motivo che ha spinto l'Arsenal ad aderire al progetto di Superlega Europea. Probabilmente l'idea di prendere la più classica delle scorciatoie in barba alla meritocrazia sportiva ha scatenato il malcontento. Le proteste dei tifosi delle altre consorelle ha poi accelerato il processo d'uscita.  Il cda dei Gunners è stato costretto a scusarsi e ha promesso di rimanere legato alla causa del club. Dichiarandosi anche disposto a cambiare atteggiamento. Una proprietà più propensa alla presenza costante e continuativa nel North London. Non è bastato a calmare i tifosi, schierati con striscioni e fumogeni. E vari inviti, inequivocabili riconducibili in un "Kroenke Out" che riassume concetti e sensazioni.