Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Arsenal, la rescissione di Aubameyang è solo l’ultima goccia: addio gratis a calciatori costati 240 milioni!

LONDON, ENGLAND - APRIL 11:  Two men walk past the sign for Arsenal Football Club's Emirates Stadium on April 11, 2011 in London, England. American businessman Stan Kroenke's company 'Kroenke Sports Enterprises' has increased its shareholding in Arsenal to 62.89% and will make an offer for a full takeover of the club. Mr Kronke first purchased 9.9% of Arsenal shares in 2007, today's deal values the Premier League club at 731m GBP.  (Photo by Oli Scarff/Getty Images)

Una ricerca in terra inglese segnala che ad andarsene gratis dalla squadra londinese sono stati calciatori che quando sono arrivati sono costati in totale ben 240 milioni di euro. Uno stillicidio per le casse del club...

Redazione Il Posticipo

Dopo i tanti problemi avuti con Arteta, l'Arsenal ha preso una decisione importante nei confronti di Pierre-Emerick Aubameyang: la rescissione del contratto. Un qualcosa che, a ben vedere, fa contenti tutti. Il club, che così facendo si toglie dalle casse il pesantissimo contratto del centravanti del Gabon. Lo stesso allenatore, che si ritrovava nello spogliatoio un calciatore pagatissimo, ma al di fuori del progetto e a cui aveva dovuto togliere la fascia da capitano. E ovviamente il giocatore, che si è visto recapitare la migliore occasione possibile per firmare con il Barcellona, che lo ha accolto dopo la fine del mercato, ma ha potuto farlo in quanto il centravanti era ufficialmente svincolata. A ben vedere, però, non è che all'Arsenal sia andata benissimo.

240 MILIONI - Già, perché quando era stato acquistato dal Borussia Dortmund, Aubameyang non era mica arrivato gratis a Londra: i Gunners lo avevano pagato ben 65 milioni di euro e adesso lo vedono andare via gratis. Già questo, in epoca di plusvalenze, sarebbe un problema, se non fosse il minimo rispetto a quanto avvenuto dalle parti dell'Emirates in questi anni. Una ricerca di BT Sport segnala infatti che ad andarsene gratis dalla squadra londinese sono stati calciatori che quando sono arrivati sono costati in totale ben 240 milioni di euro. Per fortuna delle casse del club, nella lista degli addii gratuiti ci sono anche nomi di giocatori presi a parametro zero, come David Luiz, Willian e Kolasinac. Ma gli altri l'Arsenal li ha pagati eccome.

TUTTI VIA GRATIS - Si parte ovviamente proprio da Aubameyang e dai suoi 65 milioni, ma è impossibile dimenticare Ozil, costato 50 e che tra stipendio e cartellino ha praticamente prosciugato le disponibilità economiche dei Gunners prima di rescindere e volare in Turchia, al Fenerbahce. C'è anche un acquisto dalla Serie A in lista, quello di Mustafi, campione del mondo 2014 pagato 40 milioni alla Samp e poi rilasciato gratis anni dopo. Per non parlare di Mkhitaryan, valutato circa 38 milioni nello scambio con Alexis Sanchez e poi spedito alla Roma senza vedere un euro in cambio. Senza infine dimenticare altri due calciatori, l'ex Genoa e Milan Sokratis Papastathopoulos e Calum Chambers, entrambi costati 20 milioni di euro e che come i loro colleghi hanno lasciato l'Emirates gratis. Insomma, in campo non sono state stagioni facili per l'Arsenal. Ma anche per chi deve far tornare i conti, il lavoro è duro...