Arsenal, la leggenda Wright lancia l’allarme: “Sarà molto difficile trattenere Martinelli”

Arsenal, la leggenda Wright lancia l’allarme: “Sarà molto difficile trattenere Martinelli”

La leggenda Ian Wright se ne intende di attaccanti e fa preoccupare il “suo” Arsenal. L’inglese è rimasto stregato dal fenomeno Gabriel Martinelli e pensa che riuscire a trattenere nel nord di Londra il ragazzino in odore di azzurro potrebbe essere davvero un’impresa…

di Redazione Il Posticipo

Giovane, affamato, talentuoso: Gabriel Martinelli ha impressionato tutto il mondo dell’Arsenal e gli addetti ai lavori in Premier League per i suoi colpi e soprattutto per i suoi margini di crescita. Il brasiliano classe 2001 è sbarcato nel nord di Londra la scorsa estate e ci ha messo pochissimo tempo per mettere tutti d’accordo realizzando la bellezza di 9 gol in 20 presenze in tutte le competizioni. L’ex attaccante Ian Wright adora il ragazzino e si è permesso di dare qualche consiglio al suo vecchio club che ha già ricevuto parecchie offerte dai top-club di mezza Europa.

ALLARMATO – Secondo quanto riportato da Goal, il Manchester United avrebbe messo nel mirino l’attaccante: di fronte al pressing dei Red Devils però i Gunners sono stati irremovibili… almeno per ora! Wright ha parlato ai microfoni di Radio 5 Live e ha rivelato tutti suoi timori per il futuro del giocatore: “Martinelli ha tanta fame ed è molto determinato. A parità di età, penso che solamente Jadon Sancho abbia segnato più gol di Gabriel nei top-5 campionati. Siamo fortunati ad averlo, se continua così però sarà difficile trattenerlo”. I Gunners stanno facendo grande affidamento sul talento brasiliano complice la squalifica di Pierre-Emerick Aubameyang out per tre partite e la scarsa vena realizzativa di Alexandre Lacazette rimasto a secco nelle ultime sei giornate di Premier League.

ANDAMENTO LENTO – L’Arsenal segna poco, ma Wright non fa drammi: “Lacazette è l’unico che può giocare spalle alla porta, ma non ha mai segnato fuori casa e questa cosa è preoccupante. Spero che possa sbloccarsi per trovare fiducia, sta lavorando tanto per la squadra, i tifosi devono avere pazienza. Abbiamo bisogno anche dei gol di Nicolas Pépé, penso che sia sulla strada giusta. Confido anche su Reiss Nelson, Arteta credo molto in lui”. Alla fine il suo pensiero però va sempre a Martinelli: “Spero di vedere grandi cose da Gabriel, penso che debba partire da sinistra”.  Partire, ma solo sul campo ovviamente. Wright si tiene stretto il ragazzo e spera che l’Arsenal faccia altrettanto. Così come l’Italia, considerando che il piccolo talento è anche nell’orbita della nazionale, ma con anche il “suo” Brasile alle calcagna…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy