Arsenal, la crisi fa perdere il posto al re degli scout: addio a Cagigao, che ha scoperto Fabregas, Bellerin e Martinelli

La crisi è crisi per tutti, compresi i grandi club. E persino l’Arsenal ha dovuto fare quello che forse a inizio 2020 nessuno si immaginava: licenziare parecchi dipendenti. Tra i tagli da parte del club, però, ce n’è uno particolarmente pesante a livello sportivo: Francis Cagigao non è più uno scout per i Gunners.

di Redazione Il Posticipo

La crisi è crisi per tutti, compresi i grandi club. E persino l’Arsenal, uno dei club di punta della ricchissima Premier League, ha dovuto fare quello che forse a inizio 2020 nessuno si immaginava: licenziare parecchi dipendenti. Un brutto colpo per le 55 persone che sono state mandate a casa, soprattutto alla luce di alcune spese abbastanza pesanti che i tifosi continuano a non capire, come il contratto di Özil, che praticamente è fuori rosa ma guadagna 350mila sterline a settimana. Tra i tagli da parte del club, però, ce n’è uno particolarmente pesante a livello sportivo: Francis Cagigao non è più uno scout per i Gunners.

CESC… – Un nome che forse dice poco a chi non è del mestiere, ma che è stato fondamentale per le fortune dei londinesi nel corso degli ultimi vent’anni. Come riporta il Daily Mail, Cagigao è uno dei dipendenti tagliati dall’Arsenal, che a questo punto mostra davvero…poca riconoscenza. Tanto per fare un nome, è stato proprio l’inglese (che tra l’altro ha vinto con i Gunners la FA Cup giovanile nel 1988) che nel 2003 ha consigliato a Wenger di portare ad Highbury un giovanissimo ragazzo catalano di nome Cesc Fabregas. E il club biancorosso ha ringraziato, anche considerando che lo spagnolo è costato solo il premio di produzione ed è stato rivenduto (proprio al Barcellona da cui proveniva) per 40 milioni.

E GLI ALTRI – Cagigao, che nella sua carriera da calciatore ha giocato in Spagna e anche nel Barça B, ha dimostrato di nuovo di conoscere molto bene quel mercato nel 2011, quando ha strappato sempre ai catalani Hector Bellerin, che ormai da qualche anno è il titolare della fascia destra dei Gunners. Ma non di sola penisola iberica è esperto Cagigao, che ha portato all’Emirates anche l’ultimo giovanissimo gioiello della squadra londinese, l’italo-brasiliano Gabriel Martinelli, attualmente fermo per infortunio ma che può rappresentare il futuro dell’Arsenal. Ora, però, di consigli su talenti in erba non ce ne saranno più. E chissà che qualche rivale storica non approfitti…di un licenziamento perlomeno improvvido…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy