Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Arsenal, forum tifosi – Kroenke. Arteta: “Quanto accaduto sia di lezione. Il calcio appartiene alla gente”

BRIGHTON, ENGLAND - DECEMBER 29: Mikel Arteta, Manager of Arsenal gives his team instructions during the Premier League match between Brighton & Hove Albion and Arsenal at American Express Community Stadium on December 29, 2020 in Brighton, England. The match will be played without fans, behind closed doors as a Covid-19 precaution. (Photo by Mike Hewitt/Getty Images)

Il progetto della Superlega è stato accantonato, ma gli strascichi sono destinati a far discutere. Secondo quanto riportato dal Sun, i tifosi dell’Arsenal sono ancora furiosi e hanno chiesto e ottenuto un forum con il presidente Kroenke per...

Redazione Il Posticipo

Il progetto della Superlega è stato accantonato, ma gli strascichi sono destinati a far discutere. Secondo quanto riportato dal Sun, i tifosi dell'Arsenal sono ancora furiosi e hanno chiesto e ottenuto un forum con il presidente Kroenke per capire i come e i perché che hanno spinto verso una decisione aspramente contestata in tutto il paese. E anche Arteta, in conferenza stampa, non si è potuto esimere dal parlare più di cosa sia accaduto.

CAOS - I tifosi vogliono spiegazioni. "In questi miei diciotto mesi sono successe più cose che probabilmente negli ultimi 20 anni. È stata una settimana davvero impegnativa per tutti nel calcio mondiale che di lascia in eredità diverse lezioni da imparare. Io sapevo della notizia un po' prima che trapelasse, Vinai mi ha spiegato un cosa stesse succedendo, poi ha chiesto scusa a me e ai giocatori. Credo che avessero le migliori intenzioni ma il modo la gestione della situazione è stato un errore".

TFOSI - Evidentemente si è sottovalutata la reazione di "pancia" della gente. "La proposta della Superlega ha mostrato diversi aspetti. Da una parte, quanto sia importante e sentito il calcio nel mondo. E dall'altra che questo sport appartiene ai tifosi. E basta. Si sono fatti sentire in modo forte e chiaro. Hanno inviato probabilmente il messaggio più forte della storia del calcio. Non ascoltarli sarebbe stato sbagliato. Anche in futuro. I tifosi sono fondamentali  e l'industria legata a questo sport non può ignorarne le pretese".

PROSPETTIVE - Il calcio comunque sta cambiando. Per certi versi è già nel futuro. Il progetto è accantonato ma vi saranno nuove frontiere. "Sicuramente nel tempo ci si evolverà ancora. Non so come e quando. L'unica certezza è che la Superlega non ha funzionato. O non era il momento giusto per proporla, o forse non era il format corretto. In ogni caso è doveroso fare un passo indietro. Il calcio si evolverà sicuramente come qualsiasi altro sport come qualsiasi altro aspetto della vita. Come la tecnologia, come nel modo in cui interagiamo gli uni con gli altri. Qualunque sia la direzione, non può cambiare il senso. La competizione deve essere messa al centro di tutto, ascoltando le esigenze di tifosi, club e dirigenti. Occorre un progetto comune: il resto verrà da sé".