Arsenal, ecco David Luiz: “Qui per vincere. Al Chelsea ciclo finito”

Arsenal, ecco David Luiz: “Qui per vincere. Al Chelsea ciclo finito”

Dopo sette anni con i blues, il difensore brasiliano spiega perché ha scelto l’Arsenal. Vuole vincere, ritiene chiuso il ciclo al Chelsea e anche Emery ci ha messo del suo…

di Redazione Il Posticipo

 

David Luiz all’Arsenal. Uno dei colpi più “rumorosi” dell’ultimo giorno di mercato in Premier. Il centrale brasiliano attraversa Londra e sceglie la parte nord della città per continuare a vincere. Come riportato dal Sun, ritiene che il ciclo al Chelsea sia finito. E lui affascinato da questa sfida professionale, vuole ancora andare a caccia di trofei.

CICLO – Le parole dell’ex centrale difensivo dei blues non lasciano molto spazio a interpretazioni. “Mi sono detto che il  ciclo è finito. È stata una conversazione tra me e il Chelsea. Ho avuto l’opportunità di venire in un altro grande club e ho accettato immediatamente. Nella mia vita, mi è sempre piaciuto affrontare alcune sfide. Non ho affatto paura di provare nuove esperienze. Forse non troppi giocatori farebbero questo tipo di mossa, forse sarebbero spaventati o qualcosa del genere, ma io credo sia stimolante”.

VINCERE – I gunners hanno investito massicciamente sul mercato per non lasciare niente di intentato in vista della nuova stagione. David Luiz ne è consapevole. Ha scelto l’Arsenal anche per questo. “Tutti conoscono l’Arsenal, anche fuori dall’Inghilterra. Si parla di un grandissimo club. In tutta la mia carriera, sinora, ho sempre iniziato la stagione con l’obiettivo di vincere trofei. E qui non sarà certamente diverso, sono arrivato qui proprio con questa idea. Anzi, è stata proprio questa prospettiva a convincermi a lasciare il Chelsea”.

EMERY – Anche la presenza di Emery potrebbe essere stata un fattore determinante. I due hanno condiviso una esperienza in comune a Parigi. “Emery ha avuto una buona parte di “responsabilità” in questo trasferimento. Lo conosco, così come conosco l’ambiente e altri giocatori”. Infine una battuta sulle possibili difficoltà difensive. “Beh, perlomeno ora so che posso avere al mio fianco Lacazette e Aubameyang. Un buon punto di partenza per dire che sia già molto più facile”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy