calcio

Arsenal, che flop: il Brentford non vinceva la prima in Premier dal 1947…

BRENTFORD, ENGLAND - AUGUST 13: Mikel Arteta, Manager of Arsenal reacts during the Premier League match between Brentford and Arsenal at Brentford Community Stadium on August 13, 2021 in Brentford, England. (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

L’Arsenal entra nella storia, ancora una volta e troppo spesso da quando è gestito da Arteta, perdendo in casa del Il Brentford che torna a vincere la sua prima partita in Premier dal 5 aprile 1947, quando le “api” vinsero 2-1...

Redazione Il Posticipo

L'Arsenal entra nella storia, ancora una volta e troppo spesso da quando è gestito da Arteta, perdendo in casa del Il Brentford che torna a vincere la sua prima partita in Premier dal 5 aprile 1947, quando le "api" vinsero 2-1 in casa del Leeds United. Una serata storica per i padroni di casa, festeggiata come e quanto la promozione. Si lecca le ferite l'Arsenal che si ritrova, almeno per un paio d'ore, ultimo in classifica. L'ultima volta che era accaduto era il 9 agosto 2015, quando i gunners persero 2-0 contro il West Ham United.

DELUSO - Sconfitta che brucia. Anche per come è maturata. Arteta non si nasconde. L'Arsenal, ancora una volta, ha sbagliato clamorosamente l'approccio alla gara contro una neopromossa in una stagione che i tifosi si auguravano diversa dall'anonimato degli ultimi anni. Il tecnico non cerca scuse. "Sono molto deluso. Abbiamo iniziato male la stagione sebbene ci siamo trovati davanti un avversario motivatissimo. In ogni caso non credo che questa squadra, per come si è espressa, meritasse qualcosa di diverso. Abbiamo preso gol da una rimessa laterale. E l'altro su calcio piazzato. E non siamo mai riusciti a essere presenti in aerea di rigore avversaria".

 BRENTFORD, ENGLAND - AUGUST 13: Thomas Frank, manager of Brentford celebrates with a fan after the Premier League match between Brentford and Arsenal at Brentford Community Stadium on August 13, 2021 in Brentford, England. (Photo by Eddie Keogh/Getty Images)

ENTUSIASMO - L'entusiasmo ha fatto la differenza. I padroni di casa ne hanno acquisito a badilate. L'Arsenal invece dopo il gol subito è sembrato spegnersi. "Il primo gol ha dato tantissima fiducia ai nostri avversari. Abbiamo cercato di fare qualcosa di meglio nella ripresa ma è difficile vincere senza calciare in porta. Nella ripresa ci eravamo ripromessi maggiore attenzione e determinazione. Evidentemente ci manca qualcosa. Molti ragazzi stanno facendo il possibile e per alcuni è la prima esperienza in campionato. Non cerco scuse, sapevo prima dell'inizio di questa partita che avrei dovuto fare a meno di Aubameyang e Lacazette. E non so neanche se riuscirò a recuperarli in vista della prossima sfida. In ogni caso interverrò immediatamente su ciò che posso controllare. Metto come sempre tutto il mio entusiasmo nel lavoro". Sperando di trasmetterlo alla squadra...