Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Arsenal, Arteta ha ancora la fiducia della dirigenza. Al netto di tanti malumori…

LIVERPOOL, ENGLAND - DECEMBER 19:  Mikel Arteta, Manager of Arsenal looks dejected following his team's defeat in the Premier League match between Everton and Arsenal at Goodison Park on December 19, 2020 in Liverpool, England. A limited number of fans (2000) are welcomed back to stadiums to watch elite football across England. This was following easing of restrictions on spectators in tiers one and two areas only. (Photo by Jon Super - Pool/Getty Images)

Il tecnico spagnolo è senza dubbio in difficoltà, alla guida di un Arsenal che appare senza capo né coda. Non abbastanza, però, per sollevarlo dall'incarico.

Redazione Il Posticipo

Arteta ha dato... i numeri in conferenza, sciorinando percentuali, imprevisti e probabilità che hanno generato ironia in Inghilterra. Il tecnico spagnolo è senza dubbio in difficoltà, alla guida di un Arsenal che appare senza capo né coda ed è a pochi punti dalla zona retrocessione. Non abbastanza, però, per sollevarlo dall'incarico. Anche perché, secondo quanto riportato dal Mirror, la squadra lo segue. Se si escludono... gli esclusi.

MALUMORI - Secondo quanto riportato oltremanica, Arteta ha ancora la fiducia della maggioranza dello spogliatoio dell'Arsenal: è rispettato dalla stragrande maggioranza dei calciatori ma deve anche fari i conti con i franchi tiratori. Alcuni malumori, infatti, sarebbero esplosi proprio a causa delle sue scelte più estreme, come quelle di lasciare fuori rosa Ozil e Papastathopoulos.  In particolare, diversi calciatori hanno mal sopportato l'idea di doversi privare della fantasia e della creatività generata seppur a intermittenza, dal calciatore tedesco. In una squadra che fatica maledettamente a creare gioco e occasioni, gli acuti di Ozil potrebbero servire. Discorso identico, applicato però alla fase difensiva, per il difensore greco. Non sarà un difensore che ruba l'occhio ma aveva una indiscussa personalità che aiutava e non poco il pacchetto arretrato.

GESTIONE  - Arteta ha il suo bel da fare. La rosa dell'Arsenal è ricca di spine che non apprezzano la sua gestione dal punto di vista disciplinare ancor prima che tecnico.  Il tecnico è stato spesso considerato sin troppo severo davanti ai microfoni. Ha criticato pubblicamente Nicolas Pepe per un cartellino rosso. Idem con Xhaka. Invece  a Willian è stato permesso di recarsi ad Abu Dhabi nonostante le restrizioni legate alla pandemia. Fiducia fra l'altro non ripagata in campo, con la firma estiva ancora da segnare per il suo nuovo club.

SALDO - Nonostante tutti i problemi, la dirigenza dell'Arsenal appare ancora determinata nell'idea di confermare Arteta e, se possibile, di accontentarlo in alcune richieste di mercato. Come l'arrivo di Isco, sulla falsariga di quello di Ceballos. In primis per aiutare la squadra e risollevarsi e poi per mandare un messaggio forte e chiaro allo spogliatoio. Accontentare il tecnico è il miglior messaggio trasversale che non lascia spazio alle interpretazioni e a ulteriori malumori.

Potresti esserti perso