Arsenal, 55 dipendenti in esubero e i tifosi se la prendono con… Özil

Poco importa se il patrimonio del presidente dell’Arsenal è stimato attorno ai 6,5 miliardi: la crisi ha colpito anche i Gunners. Ora ci sono 55 dipendenti in esubero e i tifosi se la prendono con… Özil.

di Redazione Il Posticipo

La pandemia ha rivoluzionato tutto, anche il calcio. E poco importa se il patrimonio del presidente dell’Arsenal Stan Kroenke è stimato attorno ai 6,5 miliardi: la crisi ha colpito anche i Gunners. L’allenatore e la maggior parte dei giocatori si sono tagliati lo stipendio ma la scure si è abbattuta anche su chi lavora nel club che fa i conti con gli esuberi: ne sono stati conteggiati 55. Quanto basta per far infuriare i tifosi con… Ozil.

LA NOTA – Stando a quanto riporta il Sun, il club londinese ha pubblicato una nota in cui spiega la situazione. “Negli ultimi anni abbiamo investito in personale addizionale per portare avanti il club. Ora ci è chiaro che dovremmo ridurre i nostri costi per assicurarci di operare in una maniera sostenibile e responsabile per poter continuare a investire sulla squadra“. Eppure, il club aveva ottenuto una mano dai propri dipendenti più ‘ricchi’. Arteta e la maggior parte dei calciatori, per affrontare la pandemia si erano tagliati lo stipendio del 12,5%. Peccato che tra i giocatori che si sono rifiutati c’è… Özil, il più pagato del club e, ad oggi, il meno impiegato.

REAZIONI – I tifosi non ci stanno e si infuriano con club e calciatore sui social. “Questo rende solo la situazione di Özil ancora più deprimente visto che il suo stipendio permetterebbe di mantenere quei 55 posti di lavoro e oltre“. E ancora: “Özil guadagna 350.000 sterline a settimana e non ha giocato una sola partita dopo il lockdown. Eccoci qui a lasciar andare 55 lavoratori in un giorno. Niente di cui essere fieri“. Reazioni comprensibili visto che il tedesco di origini turche è uno dei pochi giocatori dell’intero campionato che si è rifiutato di venire incontro al club: non è utopico pensare che magari quelle quasi 44.000 sterline a settimana (12,5% del suo stipendio) avrebbero potuto fare comodo a quei membri dello staff che da oggi sono disoccupati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy