Arriva la decisione della FA, niente squalifica per Son: l’espulsione del sudcoreano è stata un errore

Arrivano aggiornamenti sulla situazione del calciatore sudcoreano dopo l’intervento che è costato la frattura della caviglia a Andrè Gomes. L’attaccante degli Spurs non dovrà saltare neanche una partita di campionato. Il ricorso presentato dal Tottenham è stato accettato dalla federazione inglese.

di Redazione Il Posticipo

Dietrofront, il soldato Son non è colpevole. Arrivano, con una certa continuità temporale, aggiornamenti sulla situazione del calciatore sudcoreano dopo l’intervento che è costato, suo malgrado, la frattura della caviglia a Andrè Gomes. L’attaccante degli Spurs volerà a Belgrado (anche se difficilmente giocherà) e, come comunica la Football Association e riporta Goal, non dovrà saltare neanche una partita di campionato. Il ricorso presentato dal Tottenham è stato accettato dalla federazione inglese, che ha dunque cancellato la giornata di squalifica inflitta automaticamente al calciatore dopo il rosso del signor Atkinson.

ERRORE – La commissione disciplinare, spiega l’account Twitter del portavoce di Lancaster Gate, ha stabilito che l’espulsione del giocatore degli Spurs è un caso di “wrong dismissal”, quindi di errore nell’espellere il sudcoreano. Le critiche rivolte ad Atkinson vertevano proprio sulla regolarità o no del cartellino e la FA ha dato ragione al Tottenham, che proprio per quello aveva fatto ricorso. L’analisi ha preso in considerazione sia il fatto che il fischietto aveva prima tirato fuori il giallo, salvo poi utilizzare il rosso dopo essersi accorto del grave infortunio del portoghese, sia il fatto che le conseguenze di un intervento non possono valutarne la pericolosità.

RICORSO VINTO – La Premier League aveva infatti spiegato in un comunicato che il rosso per Son era giustificato dal fatto che l’intervento aveva messo in pericolo la salute fisica di un altro calciatore, ma il problema è che non è stata la spinta di Son, bensì lo scontro con Aurier, a causare il grave incidente a Gomes. Stabilito questo, come aveva spiegato precedentemente l’ex arbitro Halsey, gli Spurs avevano ottime possibilità di vincere il ricorso. E alla fine così è stato. Non che questo, comunque, possa cancellare l’orrore dagli occhi di Son dopo aver visto la caviglia del suo avversario. Ma sicuramente essere stato considerato comunque innocente non può che tirargli su il morale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy