“Arrabbiato e offeso”: il Chelsea e Marina non offrono un triennale a Willian, che se ne va all’Arsenal…gratis

Il brasiliano è pronto a cambiare casacca, ma non città. L’ex Shakhtar è pronto a firmare con l’Arsenal, considerando che il Chelsea non intende offrirgli il contratto a lungo termine richiesto. Tutta colpa…di Marina Granovskaia, irremovibile nella sua gestione delle finanze del club.

di Redazione Il Posticipo

Questa stagione complicata ha portato a situazioni abbastanza particolari, come quelle di alcuni calciatori…separati in casa. C’è chi ha accettato di prolungare il proprio contratto in scadenza o di posticipare il proprio addio alla sua squadra per completare gli ultimi impegni. Il match di Champions League tra Bayern Monaco e Chelsea dovrebbe, a meno di un’altra clamorosa remuntada continentale, segnare la fine degli impegni dei Blues di conseguenza anche degli accordi in essere. E Lampard, che già deve recuperare un 3-0 subito in casa, deve anche preoccuparsi del caso Willian. A cui la società sta offrendo il rinnovo, che però non corrisponde alle richieste del giocatore.

TRIENNALE – E quindi, come riporta il ESPN, il brasiliano è pronto a cambiare casacca, ma non città. La testata statunitense spiega che l’ex Shakhtar è pronto a firmare con l’Arsenal, andando ad aumentare il numero dei calciatori che hanno fatto il salto tra le due squadre. Lo scontro con il Chelsea arriva per la durata del contratto, più che per lo stipendio. Willian vorrebbe un triennale, ma la politica interna dei Blues è abbastanza chiara; per i calciatori oltre i trent’anni, un contratto così lungo non è assolutamente pensabile. E dunque il verdeoro è prontissimo a firmare con i rivali cittadini, che invece non sembrano intenzionati a porsi problemi di durata.

MARINA – Il Chelsea si scontra dunque con lo stesso scoglio su cui sembrava essersi arenata la trattativa con Giroud, che voleva un biennale e che però alla fine si è accontentato di un prolungamento fino al 2021. Ma del resto Marina Granovskaia, la plenipotenziaria del numero uno Abramovich, è abbastanza irremovibile quando si tratta di far tornare i conti e di sistemare il monte ingaggi. L’offerta da parte del club di Stamford Bridge è stata “prendere o lasciare” e a quel punto Willian…ha lasciato, sentendosi “arrabbiato e offeso”, ma anche ben sapendo che pochi chilometri più a nord qualcuno gli avrebbe offerto proprio il triennale che voleva. Insomma, tutti felici e contenti…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy