Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Aria di Champions, Messi scalda i motori: il Real trema per 26 buoni motivi…

MANCHESTER, ENGLAND - NOVEMBER 24:  Lionel Messi of Paris Saint-Germain looks on during the UEFA Champions League group A match between Manchester City and Paris Saint-Germain at Etihad Stadium on November 24, 2021 in Manchester, England. (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

La pulce, in 45 partite contro il Real, ha segnato 26 gol e fornito 16 assist.

Redazione Il Posticipo

Leo Messi sente aria di Champions e inizia a scaldare i motori. A una settimana dalla sfida con il Real Madrid il fuoriclasse argentino gioca la sua miglior partita con il PSG. E l'Equipe ha ricordato alla Casa Blanca quanto e come Messi sappia essere letale snocciolando numeri che in Spagna conoscono e ricordano sin troppo bene...

IN FORMA - La pulce, che aveva vissuto un inizio d'anno piuttosto complicato a causa del coronavirus, ha messo in scena una prestazione impressionante sul campo dell'attuale campione della Ligue 1. Ha segnato, fornito un assist ed è stato un incubo costante per la difesa dei padroni di casa. LA migliore notizia possibile per il PSG a pochi giorni dall'andata degli ottavi di finale dei Champions. L'ex giocatore del Barcellona ha evidentemente percepito l'avvicinarsi del grande evento e non vuole farsi trovare impreparato. Al netto del gol, il suo secondo in campionato, ha calciato una punizione colpendo in pieno la traversa e ha trovato una grande intesa con i compagni, innescati a ripetizione. Specialmente Hakimi che si è giocato dei filtranti per spaccare in due la difesa avversaria.

 MANCHESTER, ENGLAND - NOVEMBER 24: Lionel Messi of Paris Saint-Germain looks on during the UEFA Champions League group A match between Manchester City and Paris Saint-Germain at Etihad Stadium on November 24, 2021 in Manchester, England. (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

BESTIA NERA - Prestazione che, sottolineano in Francia a metà fra lo sciovinismo e lo scaramantico, non sarà sfuggita al Real Madrid, uno degli avversari più tormentati dalla Pulce in Spagna e in Champions League . L'argentino è stato sempre particolarmente  prolifico quando ha incrociato i tacchetti contro l'eterno rivale blaugrana. Basti pensare che in 45 partite contro il Real ha segnato 26 gol e fornito 16 assist. La prima gioia è arrivata nell'ottobre 2007, al Camp Nou, nel Clásico. L'ultima, nel 2018, alla 36^ giornata del campionato spagnolo, partita finita 2-2 al Bernabéu. Insomma, una sorta di tassa da pagare. Messi, fra l'altro, ha ancora una settimana e una partita di tempo per tirarsi totalmente a lucido e presentarsi nel miglior modo possibile alle notti di Champions. La caccia è aperta, Ancelotti ha un motivo in più per preoccuparsi.