Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Argentina, un ex arbitro attacca Veron: “Personaggio discutibile e complicato”

Veron e Pablo Lunati, un rapporto complicato.

Redazione Il Posticipo

Veron e Pablo Lunati, un rapporto complicato. L'ex arbitro argentino, in un intervento su TNT Sports ha ricordato il momento in cui è finito quasi alle mani con Juan Sebastián Verón. Tutto è accaduto all'Estadio Único de La Plata.

INEDITO - Quanto accaduto era noto a pochissimi. "Non ci siamo accapigliati, né siamo finiti sul pavimento. Mi ha detto qualcosa che non mi piaceva, io gli ho risposto. Poi mi ha ignorato. Ed ha aspettato che salissi la scalinata dello stadio. Ricordo perfettamente. Ero con altri tre o quattro giocatori e un paio di altre persone.  In quel momento ho sentito un rumore. Il tempo di girarmi, ed erano già tutti addosso a noi. Sono stato costretto a difendermi, perché era lì con la chiara intenzione di attaccarmi. Non ne ho parlato, non l'ho mai voluto confessare, non l'avevo neanche segnalato nel rapporti di fine partita".

COMPLICATO - Il rapporto fra i due non è stato mai semplice. Anzi, si è complicato ulteriormente strada facendo: "Ho diretto un altro paio di partite, ma non ci siamo mai parlati.  Verón è un ragazzo complicato, un personaggio difficile. Credo che sia una questione personale. Con lui non ho un buon rapporto ma credo che nessun altro arbitro lo abbia". Il loro è fondato su provocazioni e intimidazioni. "Non dico che tutte le persone possano essere uguali, ognuna ovviamente ha il proprio carattere e si comporta in un certo modo. Però se un giocatore, solo perché ha giocato e vinto in tutto il mondo, si può permettere il lusso di ignorare un arbitro credo che siamo proprio alla frutta. Non ho mai mancato di rispetto a nessuno in tutta la mia vita e non ho permesso né concederò di farlo a nessuno".