Argentina, Tevez verso il ritiro: “Finita la Libertadores si darà alla politica col suo amico Macri”

Carlos Tevez sta passando un periodo davvero complicato e non ha fatto nulla per nasconderlo. Suo padre ha grossi problemi di salute, il che potrebbe portarlo a pensare al ritiro. E dopo, cosa farà l’Apache? In patria una mezza idea già ce l’hanno…

di Redazione Il Posticipo

Carlos Tevez sta passando un periodo davvero complicato e non ha fatto nulla per nasconderlo. Suo padre ha grossi problemi di salute, che preoccupano l’Apache al punto che, come ha spiegato lui stesso, spesso all’intervallo delle partite si mette a piangere nello spogliatoio. A 36 anni, con una carriera importante, che lo ha portato ad essere uno degli “eroi dei due mondi” capace di vincere sia la Copa Libertadores che la Champions League, l’argentino potrebbe anche pensare di appendere gli scarpini al chiodo. E in Argentina la vedono esattamente così, prevedendo però già il futuro dell’ex attaccante di Juventus, Manchester United e Manchester City.

RITIRO – E quale sarà il suo prossimo impegno? La politica, almeno nella sua versione calcistica. El Destape spiega che il ritiro dell’Apache è questione di tempo, quello che ci vorrà affinchè il Boca Juniors termini la sua partecipazione alla Copa Libertadores. L’argentino vorrebbe chiudere in bellezza, sollevando per la seconda volta il trofeo continentale sudamericano dopo averlo già fatto, sempre con la maglia dei suoi Xeneizes, nell’ormai lontano 2003, quando era un ragazzino a cui tutti pronosticavano un grandissimo futuro. Dopodichè, spazio ad altri interessi, come l’amicizia con Mauricio Macri, ex numero uno del club di Buenos Aires e, forse cosa più importante, ex presidente argentino.

POLITICA – Proprio dato il suo stretto rapporto con colui che è stato l’inquilino della Casa Rosada tra il 2015 e il 2019, l’Apache potrebbe cominciare a rappresentare il “macrismo” all’interno del Boca, candidandosi alle prossime elezioni per sconfiggere l’attuale presidente Ameal e il suo vice, l’altra leggenda degli Xeneizes Riquelme. Lo ha spiegato il giornalista Pablo Ladaga su Radio 10. “Carlos Tevez, una volta finita la Libertadores, si ritirerà e sarà la bandiera politica dell’opposizione all’interno del Boca. Sarà la chiave per vedere Macri tornare? Non lo so, come non so se si candiderà come presidente, come allenatore o come capotifoso”. In ogni caso, una brutta notizia per il Boca, considerando che sul campo, senza l’Apache, gli Xeneizes ci perdono.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy