Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Argentina, festeggiamenti e…birra: la Budweiser ha promesso di mandare dal Qatar i fusti rimasti invenduti!

Argentina, festeggiamenti e…birra: la Budweiser ha promesso di mandare dal Qatar i fusti rimasti invenduti! - immagine 1
Il brindisi alla terza stella argentina sarà fatto...con litri e litri di Budweiser. Del resto, la multinazionale ne ha parecchi che avanzano, dopo le restrizioni alla vendita degli alcolici implementate a pochi giorni dall'inizio del Mondiale!

Redazione Il Posticipo

L'Argentina vince la sua terza Coppa del Mondo e nel paese la gioia è enorme. Le immagini dei festeggiamenti, con fiumi di persone in piazza da Santa Catalina, che confina con la Bolivia, a Ushuaia, la "città alla fine del mondo", sono di quelle che non si dimenticano. Qualcuno, particolarmente felice, ha addirittura scalato l'obelisco di Avenida 9 de Julio, ma un po' ovunque si sono viste scene di assoluta "locura", che continueranno con il programma delle celebrazioni dell'Albiceleste. E, se uno degli sponsor del Mondiale sarà di parola, non dovrebbero esserci problemi per l'approvvigionamento delle bevande alcoliche che accompagnano i festeggiamenti. Il brindisi alla terza stella argentina sarà fatto...con litri e litri di Budweiser.

Le restrizioni alla vendita

—  

Del resto, la multinazionale ne ha parecchi che avanzano! Quando a poche ore dall'inizio dei Mondiali il Qatar ha deciso di spostare in zone meno frequentate i punti in cui si poteva vendere la birra (per venire incontro alle leggi contro l'alcol del paese del Golfo Persico), la Budweiser si è trovata di fronte a parecchi problemi. In primis un danno di immagine, perchè aveva pagato parecchi soldi alla FIFA per essere lo sponsor ufficiale del torneo e vedeva i suoi stand a centinaia di metri, se non a chilometri, dagli stadi e dalle fan zone. E quindi poi il punto è stato un altro: molta della tantissima birra preparata per venire incontro alle richieste dei tifosi sarebbe rimasta invenduta.

I fusti in Argentina

—  

Ecco perchè un mese fa, come raccontava la CNN, l'azienda aveva avuto un'idea niente male. Tutti i fusti non utilizzati a causa delle restrizioni sarebbero stati inviati nel paese vincitore. Dunque tutti, tranne l'Arabia Saudita per ovvi motivi, potevano sperare di portare a casa la Coppa, le medaglie e anche parecchio alcol. Alla fine il trofeo lo hanno messo sull'aereo gli argentini, che ora però si aspettano anche l'altro premio promesso. Come spiega MundoDeportivo, l'account ufficiale della Budweiser ha scritto che le birre erano per Messi, mentre quello argentino ha commentato "abbiamo portato le Buds", ma non si capisce molto bene se siano proprio quelle provenienti dal Qatar. E la domanda si pone: tutti i fusti saranno stati inviati e scaricati in tempo per la parata? Difficile. Ma viste le immagini, i festeggiamenti dureranno abbastanza per berseli tutti...