Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Argentina, dall’ultima spiaggia all’autostrada per la semifinale. E quel precedente del 2010

Argentina, dall’ultima spiaggia all’autostrada per la semifinale. E quel precedente del 2010 - immagine 1
Da ultima spiaggia, per evitare una clamorosa eliminazione o una finale anticipata con Mbappé, i 90' con la Polonia si son trasformati in un tripudio: vittoria e autostrada aperta verso le semifinali.

Redazione Il Posticipo

Novanta minuti ad alta tensione certificano il sorpasso sulla Polonia e il primo posto nel girone. L'Argentina chiude nel migliore dei modi un girone iniziato con una sconfitta da incubo. E da ultima spiaggia, per evitare una clamorosa eliminazione o una finale anticipata con Mbappé, i 90' con la Polonia si son trasformati in un tripudio: vittoria e autostrada aperta verso le semifinali.

AUTOSTRADA

—  

Vincere ha significato soprattutto evitare una parte durissima di tabellone: un ottavi di finale con la Francia sarebbe stato un bis del 2018, spedizione nefasta per l'albiceleste. Ipotesi rimandata solo ad una possibile finale, che non sembra così irraggiungibile. Con i tre punti conquistati ai danni della Polonia si è aperta una discreta autostrada per la semifinale. Affronterà l'Australia, che si è arrampicata agli ottavi di finale dopo il 2006 e non sembra un avversario irresistibile. Nell'eventuale quarto di finale, l'asticella si alza, ma non ad una altezza impossibile. Stati Uniti oppure Olanda. Due squadre di ottima levatura ma che non dovrebbero impensierire una squadra come l'albiceleste. Suggestiva, la possibile semifinale. Se tutto andrà come pronostico, il quarto di finale della parte bassa di tabellone dovrebbe proporre uno Spagna - Brasile di altissimo profilo. Dunque, possibile un superclasico sudamericano oppure una spettacolare sfida con la Roja di Luis Enrique.

2010

—  

L'Argentina sta remando contro la storia, perché non è mai riuscita a vincere il Mondiale dopo aver perso alla partita di esordio, ama il torneo Mondiale non è avaro di ribaltoni in tal senso. Se si osserva il passato da una diversa prospettiva emergono anche precedenti incoraggianti. L'ultima squadra che era riuscita a vincere il proprio girone dopo aver perso la prima partita è stata la Colombia, nel mondiale del 2018, ma in ottica conquista del titolo, ciò che lascia ben sperare è quanto accaduto alla Spagna nel 2010. La "Roja" era arrivata in Sudafrica con i favori del pronostico, ma ha anche perso incredibilmente la prima partita contro la Svizzera. Sconfitta che ha scosso ma non destabilizzato la squadra che riesce a rimettersi in carreggiata vincendo contro Cile e Honduras. E poi si è arrampicata sino alla finale, contro l'Olanda, vincendo il Mondiale, dopo aver eliminato nell'ordine Portogallo, Paraguay, Germania. Se tanto dà tanto...