Arda Turan, va sempre peggio: indagato per legami con il colpo di stato in Turchia

Prima la lite con il guardalinee che è costata ad Arda Turan sedici giornate di squalifica. Poi quella con un celebre cantante, finita con un ricovero in ospedale e con una pistola di troppo. Ma ora, da quanto filtra dalla Turchia, i problemi sarebbero ad un livello ben più alto.

di Redazione Il Posticipo

Poche cadute sono state fragorose come quelle di Arda Turan. Un mito in Turchia, ma anche per i milioni di turchi disseminati per tutto il mondo, che vedevano in lui uno degli export di maggior successo del proprio paese. Gli anni all’Atletico Madrid sono stati calcisticamente i migliori della sua carriera. Poi il trasferimento (tra l’altro parecchio controverso) al Barcellona ha creato problemi sul campo. Problemi che sono anche usciti dal terreno di gioco e che sono scoppiati clamorosamente al ritorno in Turchia. Prima la lite con il guardalinee che è costata ad Arda Turan sedici giornate di squalifica. Poi quella con un celebre cantante, finita con un ricovero in ospedale e con una pistola di troppo.

ACCUSE DI GOLPE – Ma ora, da quanto riporta AS riprendendo l’edizione elettronica del quotidiano turco Hürriyet, i problemi sono ad un livello ben più alto. Arda Turan sarebbe infatti sotto inchiesta per possibili legami con il colpo di stato organizzato nel luglio del 2016 e istigato, secondo le autorità turche, dal religioso Fethullah Gülen, da anni rifugiatosi negli Stati Uniti. Non è il primo calciatore a finire nel mirino degli inquirenti, perchè anche gli ex interisti Emre Belözoglu e Okan Buruk sono stati inseriti nel registro degli indagati. E persino Hakan Sukur, leggenda del calcio turco, non può più rientrare nel suo paese perchè sospettato di legami con l’organizzazione di Gülen.

(EX) AMICO DI ERDOGAN? – Ma le accuse nei confronti di Arda Turan prendono una piega ancora più clamorosa, se si considera lo stretto legame che il centrocampista ha sempre avuto con il Presidente Erdogan. Basterebbe considerare che neanche un anno fa, il calciatore si è sposato e a fargli da testimone è stato proprio il capo di stato. Che avrebbe anche deciso personalmente il ritorno in Turchia di Arda, che dal Barcellona si è trasferito all’Istanbul Başakşehir, quella che in Turchia chiamano (più o meno affettuosamente) la squadra di Erdogan (che comunque tifa…Fenerbahce). E quindi, dopo la multa da parte del club per la rissa con il cantante, la stella del calcio turco rischia seriamente conseguenze molto peggiori…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy