calcio

Arda Turan, primo in classifica, ma anche a processo: rischia fino a dodici anni e mezzo di reclusione!

Il giocatore turco del Barcellona, in prestito all’Istanbul Basaksehir, rischia una pena tra i tre e i dodici anni e mezzo di reclusione per aggressione aggravata da detenzione di armi da fuoco e molestie sessuali.

Redazione Il Posticipo

In genere, un giocatore che ha girato il mondo, nel momento in cui ha l’occasione di tornare a casa sua è sempre pieno di entusiasmo e viene solitamente accolto dal caldo abbraccio della sua gente.  Certo, questo non significa che al suo ritorno in patria possa fare tutto ciò che vuole. Questo forse non era chiaro ad Arda Turan che in una serata un po’ sopra le righe, secondo la magistratura turca avrebbe aggredito un famoso cantante turco e ora rischia dai tre ai dodici e mezzo di reclusione.

SPARAMI SE VUOI - Lo scorso 16 ottobre, la stampa turca (riportata da AS) raccontava l’aggressione di un famoso cantante turco, Berkay Sahin, da parte del giocatore. A quanto trapela, tra i due, la miccia si era accesa per delle avance, non proprio delicatissime, che Arda Turan aveva rivolto alla moglie dell’artista. L’approccio alla fanciulla da parte del calciatore del Barcellona, tornato in patria in prestito, è stato così indelicato da dare adito all’accusa di aggiungere la voce ‘molestie sessuali’ ai diversi capi d’imputazione di cui il calciatore ha fatto scorpacciata in quel Night Club. Il cantante si schiera in difesa della moglie e ne esce con il naso rotto. Come se non bastasse, Turan è andato poi a trovarlo in ospedale e, come riporta Marca, porgendo una pistola all’uomo aggredito e dicendogli: “sparami se vuoi”. L’uomo ha rifiutato e Arda ha sparato a terra causando il panico nell’ospedale.

LE CONSEGUENZE - Ovviamente, Arda Turan, il porto d’armi, non ce l’ha. Ecco perché, a causa dei vari capi d’imputazione del processo che sta per cominciare, i giudici potrebbero comminargli una pena che va dai ‘soli’ tre anni di reclusione ai dodici e mezzo. Come se non bastasse, il giocatore è stato multato dal Basaksehir per 370.000 euro a causa del “comportamento e dell’attitudine non compatibili con il codice etico del club”. In tutto ciò, chissà come farà Arda Turan a pagare questa multa visto che durante l’identificazione in tribunale ha raccontato di guadagnare 50.000 al mese: avrebbe bisogno di otto mensilità di stipendio per pagarla ma il club ha anche reso noto che il giocatore resterà con loro fino alla sentenza. Anche perchè al momento la squadra che è stata di Under è prima in campionato. E, carcere o no, uno come Arda fa comunque sempre comodo!