Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Araujo non cerca alibi: “Il gol subito è stato un errore, ma il rischio fa parte del nostro gioco”

BARCELONA, SPAIN - DECEMBER 08: Marc-Andre ter Stegen shakes hands with his team mate Ronald Araujo of FC Barcelona looks on during the warm up prior to the UEFA Champions League Group G stage match between FC Barcelona and Juventus at Camp Nou on December 08, 2020 in Barcelona, Spain. Sporting stadiums around Spain remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by David Ramos/Getty Images)

Il Barcellona chiude nel peggiore dei modi il 2020. Solo un pari contro l'Eibar.

Redazione Il Posticipo

Altro stop per il Barcellona che ha vinto solo due delle ultime cinque partite giocate in casa. Privata di un Leo Messi che assiste alla gara come un'anima in pena dalla tribuna, non va oltre il pareggio contro l'Eibar che coglie il primo punto della sua storia al Camp Nou. Un pareggio, con tanto di rigore sbagliato, che rischia di tagliare fuori la squadra di Koeman dalla lotta per la conquista della Liga. Si chiude malissimo il 2020 per i catalani che hanno vanificato diverse occasioni, compreso un rigore. Vetta sempre più lontana e crisi sempre più profonda.

ORRIBILE  - L'unica buona notizia, al termine del match, è che il 2020 sia finito. Un vero annus horribilis per il club catalano, in grave difficoltà sportiva ed economica. Il gol del vantaggio ospite, ha un preciso responsabile. Le immagini sono impietose. Araujo si fa prendere il tempo da Kike che viaggia indisturbato verso Ter Stegen. Passato Natale, non si accettano miracoli. Dembelè ha riequilibrato il match, ma non è stato sufficiente a portare a casa i tre punto complice anche l'errore di Braithwite che ha sbagliato il rigore e poi si è visto negare la rete per un millimetrico fuorigioco. In ogni caso, una pessima prova.

CAVOLATA - Al termine del match, come riportato da AS, Ronald Araujo ha parlato del suo grave errore. Il centrale del Barcellona non accampa scuse. Né usa mezzi termini per l'autocritica. "Mi assumo la responsabilità perché sono abbastanza grande per farlo. Il gol che abbiamo preso è una cavolata (eufemismo) è stata una vera melma (altro eufemismo). È qualcosa che non può accadere. È successo tutto molto velocemente, non pensavo di avere l'attaccante così vicino. Perdere quel tipo di palloni è molto pericoloso, non si possono concedere certi errori". Il Barcellona rischia molto con il pallone fra i piedi. Forse troppo. "Forse è vero che rischiamo molto, ma questo è il nostro stile di gioco. Dobbiamo rialzarci.  Adesso alziamo la testa. Sono sicuro che se riusciremo a correggere gli errori, i risultati arriveranno. Non è concepibile dire che non possiamo lottare per la conquista del campionato. Noi siamo il Barcellona".