Antic spiega i problemi di Valverde: “Poco pallone e troppe feste. È primo, ma hanno licenziato anche me: dicevano che non giocavamo bene e…”

Antic spiega i problemi di Valverde: “Poco pallone e troppe feste. È primo, ma hanno licenziato anche me: dicevano che non giocavamo bene e…”

Essere primi in classifica e venire esonerati. Non qualcosa che accade spesso, ma potrebbe essere la sorte di Ernesto Valverde al Barcellona. Ma si può licenziare chi è in vetta? Sì, come spiega Radomir Antic. Che ha allenato il Barça, l’Atletico e il Real. E che al Bernabeu ha vissuto una situazione simile.

di Redazione Il Posticipo

Essere primi in classifica e venire esonerati. Non qualcosa che accade spesso, ma potrebbe essere la sorte di Ernesto Valverde al Barcellona. La classifica parla chiaro, il Barça è in vetta assiema al Real, con le due big della Liga campioni d’inverno a pari merito. Eppure le critiche al tecnico, che ha portato a casa due campionati in altrettante stagioni al Camp Nou, non smettono. E anche il club sta pensando seriamente ad esonerarlo, come confermano i contatti con il grande ex Xavi. Ma si può licenziare chi è in vetta? Sì, come spiega Radomir Antic. Che ha allenato il Barça, l’Atletico e il Real. E che proprio al Bernabeu ha vissuto una situazione simile.

POCO PALLONE, TROPPE FESTE – Anno 1992, il Real è campione d’inverno, ma il tecnico viene esonerato dalla società. Una scelta che, a conti fatti, costa il campionato ai Blancos, che arrivano secondi a un punto del Barça. Ma perchè rompere una macchina perfetta? Antic ha la sua teoria, come spiega in un’intervista ad AS. “Mi hanno cacciato per la pressione dei media. Mi hanno esonerato perchè dicevano che non giocavamo bene. Avevamo fatto molto bene, ma Mendoza ha preso quella decisione”. Un po’ come Valverde. Che di certo ha qualche problema, non solo in campo. “Mi pare evidente che al Barcellona è un po’ troppo tempo che non si parla più di calcio, ma solo di feste e di cene”. E ogni riferimento ai vari Piquè, Artur e compagnia non è per niente casuale.

PROBLEMI – Ma forse la questione è addirittura…più radicata. Forse il Barça ormai non è più forte come una volta? Antic ha altre idee. “Non credo che il Barça si stia facendo vecchio. Credo che stia continuando ad avere uno stile di gioco riconoscibile, quello che ha sempre avuto. Ma quest’anno ha qualche problema. Uno è il ritmo di gioco, l’altro dipende dal regolamento. Prima, i terzini erano più avanzati e questo facilitava l’uscita del pallone. Ora, con la nuova regola del fallo di fondo, con gli attaccanti che possono pressare subito, i terzini hanno dovuto abbassare la loro posizione alla partenza dell’azione e il Barça non si trova a suo agio in questa maniera. Perde tantissimi palloni e per questo ha subito molti gol in stagione”. E chi paga? Il tecnico, anche se è primo in classifica…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy