Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ansu, rientro con gol e carica: “Siamo il Barcellona, giochiamo per vincere tutto”

BARCELONA, SPAIN - SEPTEMBER 26: Ansu Fati of FC Barcelona celebrates after scoring his team's third goal during the LaLiga Santander match between FC Barcelona and Levante UD at Camp Nou on September 26, 2021 in Barcelona, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

Il calciatore del Barcellona esce dal tunnel dell'infortunio, entra e segna. Il ragazzo torna dopo dieci mesi di assenza dal campo e sigla il terzo gol contro il Levante.

Redazione Il Posticipo

Ansu Fatu, una favola. Il calciatore del Barcellona esce dal tunnel dell'infortunio, entra e segna. Il ragazzo torna dopo dieci mesi di assenza dal campo e sigla il terzo gol contro il Levante. Un gol che cancella amarezze incertezze, paure e lacrime. In Catalogna lo hanno aspettato e non gli sono mai mancati sostegno e fiducia. Ripagati, immediatamente, con gli interessi. A conclusione del match, il ragazzo ha raccontato sensazioni ed emozioni. Le sue parole sono riprese dal Mundo Deportivo. 

INCREDULO - Difficile immaginarsi un esordio migliore: un impatto straordinario.  "Ovviamente no. Sono contentissimo per il gol ma anche e soprattutto per la vittoria. A livello personale voglio ringraziare i medici e tutti i fisioterapisti che sono stati con me durante tutto questo percorso. Adesso però devo continuare ad allenarmi accumulare minuti nelle gambe e scendere in campo più volte possibile. In questo momento sono un di più. Cercherò di aggiungere tutto quello che sono in grado di offrire quando e se il mister mi darà la possibilità di farlo. Il rientro è importante, il gol aiuta ad alleggerire la tensione ma devo lavorare ancora tanto. Il campionato è ancora molto lungo e abbiamo appena iniziato".

 BARCELONA, SPAIN - SEPTEMBER 26: Ansu Fati of FC Barcelona celebrates with his team mates after scoring his team's third goal during the LaLiga Santander match between FC Barcelona and Levante UD at Camp Nou on September 26, 2021 in Barcelona, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

SERENO - Impressiona la leggerezza e la serenità del ragazzo che ha vissuto una sorta di secondo esordio. Con una maglia non casuale, la dieci che era stata di Messi e ancora prima di Ronaldinho. Una maglia che non pesa sulle spalle di un ragazzo che è proiettato al futuro e ha tanta voglia di recuperare il tempo perduto. "Siamo il Barcellona e dobbiamo lottare per tutti  traguardi. La "10" è una responsabilità ma anche un orgoglio. Per me è un onore  poterlo ereditare il numero di  Leo e devo ringraziare  i capitani per avermi dato l'opportunità di indossarlo. Resta più importante la squadra. E noi siamo il Barcellona. Puntiamo alla Liga alla Champions League e a tutte le competizioni possibili".