Angeliño, furia contro il Sun: “Scarto del City a chi? Abbiate rispetto con certi titoli…”

Angeliño, terzino goleador del Lipsia, ruba la scena in Champions League ha appena contribuito ad eliminare lo United. Occhio però con le parole, perchè lo spagnolo…si arrabbia!

di Redazione Il Posticipo
Angelino

José Ángel Esmorís Tasende: detto così il suo nome dice poco. Chiamandolo Angeliño, invece, si pensa immediatamente al terzino goleador del Lipsia, capocannoniere della squadra, che in Champions League sembra divertirsi parecchio. Per lui, nella magica serata contro il Manchester United, la rete del vantaggio degli uomini di Nagelsmann e anche l’assist per il momentaneo 3-0 di Justin Kluivert. Insomma, un esterno di quelli che farebbero le fortune di qualsiasi squadra, ma che ha un recente passato abbastanza complicato. Alla corte di Guardiola, al Manchester City, non gli è andata benissimo.

(Photo by Maja Hitij/Getty Images)

SCARTO – Ecco perché lo spagnolo, piuttosto che cercare spazio all’Etihad, ha preferito trovarsi una dimensione altrove. Missione compiuta, perché dopo il lockdown è stato fondamentale nella parte finale della scorsa stagione del Lipsia e ora che il suo prestito è stato rinnovato con opzione di acquisto da parte dei tedeschi è davvero un’arma in più. Normale però che il suo passato in Premier League torni di moda, in particolare in Inghilterra e dopo l’eliminazione dello United. Il Sun, raccontando la sua ottima prestazione, sceglie una didascalia che non passa certo inosservata: “Lo scarto del City Angeliño segna e il Manchester United esce dalla Champions League”.

RISPOSTA – Non proprio una definizione facile da digerire. “Angeliño si arrabbia solo quando non gioca”, ha spiegato più volte Nagelsmann. Ma stavolta lo spagnolo ha esaurito il credito della pazienza e decide…di attaccare. Dunque è proprio lui, dal suo profilo ufficiale, a rispondere al post del Sun: “Ma quale scarto amico, sono io che me ne sono voluto andare. Dovete avere un po’ di rispetto con questi titoli”. Risposta al fulmicotone, come le sue ripartenze palla al piede. A passare da scarto di Pep Guardiola, il terzino tuttofare del Lipsia, evidentemente non ci sta. Comprensibile, considerando che al momento è uno dei migliori interpreti del ruolo nel panorama continentale.  Al punto che qualcuno arriva a scomodate connazionali come  Roberto Carlos, guadagnandosi una risposta, stavolta di tutt’altro tenore. Questa volta, il laterale gioca in difesa. “Calma, non manchiamo di rispetto a Roberto Carlos, il miglior terzino di sempre”. Anche se qualche aaffinità potrebbe esserci: magari qualcuno in passato potrebbe aver definito l’esterno che ha scritto la storia del calcio…uno scarto dell’Inter!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy