calcio

Anfield, tensione nel tunnel: Sokratis se la prende con Salah e…van Dijk corre in soccorso dell’egiziano

Il difensore dell’Arsenal, Sokratis, a fine primo tempo comincia a inveire contro Salah colpevole, secondo il greco, di essersi lasciato troppo cadere sul rigore concesso. Interviene Van Dijk e torna la calma.

Redazione Il Posticipo

Tipica scena da film d’azione: il cattivone se la prende con un povero indifeso, quasi inconsapevole del motivo per cui il ‘bullo’ se la sta prendendo con lui. Quando la prepotente montagna di muscoli sta per colpire il piccoletto, d’un tratto, si sente una voce tuonante che sbuca da qualche vicolo: “Prenditela con qualcuno della tua taglia!”. I due si accapigliano per un po’ e la calma viene ristabilita. Hollywood a parte, non è difficile che uno scenario del genere si possa riprodurre in un campo di calcio.Basta dare are un’occhiata a quello che è successo in Premier League nella sfida tra Liverpool e Arsenal. Sokratis Papastathopulos, enorme difensore greco dei Gunners, alla fine del primo tempo si scaglia contro il piccolo Mohammed Salah. Poi arriva van Dijk. Volano paroloni ma poi torna la calma.

RABBIA - Che ha combinato Salah per causare l’ira funesta del greco Sokratis? L’egiziano si è lasciato cadere, secondo il difensore greco dell’Arsenal, un po’ troppo facilmente nell'area di rigore avversaria e l’arbitro ha fischiato il penalty. Lo stesso egiziano dagli undici metri trasforma in rete nel secondo minuto di recupero del primo tempo. Pochi istanti dopo, l’arbitro torna a fischiare per sancire la fine della prima frazione di gioco. È in quel momento che Sokratis rincorre Salah e va a dirgliene quattro, mentre l’egiziano quatto quatto, si avvicina al tunnel per rientrare negli spogliatoi.

LA QUIETE DOPO LA TEMPESTA - Come un fulmine, da dietro arriva l’immenso olandese Virgil van Dijk a ristabilire la calma. Come riporta il Mirror, il difensore del Liverpool ha cominciato ad inveire contro il greco e a dirgli di lasciar stare il proprio compagno di squadra. A guardare la faccia dell’oranje, difficilmente si può immaginare che abbia detto tutto ciò in una maniera estremamente cortese. Chissà. Quel che è certo è che il presunto torto subito del rigore dubbio, il difensore dell’Arsenal si sia fatto un po’ troppo coinvolgere emotivamente dalla frustrazione: alla fine del primo tempo il risultato diceva 4-1 per il Liverpool e un altro gol, poi, è arrivato nel secondo tempo.