Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Andreazzoli: “Sosta anomala, abbiamo potuto lavorare. Dispiace per Ricci ma abbiamo chi può sostituirlo”

FLORENCE, ITALY - FEBRUARY 03: Aurelio Andreazzoli during the "Panchina D'Oro Prize" award at Centro Tecnico Federale di Coverciano on February 3, 2020 in Florence, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

L’Empoli torna in campo dopo la sosta ed è alla ricerca di conferme. A differenza di molti colleghi, Andreazzoli non ha perso calciatori durante la settimana di stop e ha potuto lavorare in tranquillità…

Redazione Il Posticipo

L’Empoli torna in campo contro il Bologna dopo la sosta ed è alla ricerca di conferme. A differenza di molti colleghi, Andreazzoli non ha perso calciatori durante la settimana di stop e ha potuto lavorare in tranquillità, cercando anche di capire come modificare la squadra dopo la fine del mercato, che gli ha portato via una pedina importante come Ricci, finito al Torino. In conferenza stampa il tecnico della squadra prepara il match con la squadra di Mihajlovic, ma anche il futuro.

SOSTA - Rispetto alle soste precedenti, dunque, settimana tranquila per l’Empoli. “È stata una sosta diversa, niente viaggi e niente nazionali, quindi ci siamo potuti allenare bene e abbiamo compattato il gruppo. Coi ragazzi ne ho parlato, è stata veramente una sosta anomala”. Che ha permesso anche di rivedere in campo qualche infortunato. “Lo staff che si occupa del recupero dei ragazzi ha fatto miracoli, sia Parisi che Di Francesco sono pienamente disponibili”.

RICCI - Chi mancherà…fino a giugno è invece Ricci. Una perdita che potrebbe sentirsi, ma che fa parte del modo di fare calcio del club. “Come ha detto il nostro direttore sportivo, abbiamo ponderato bene le cose. Chiaramente dispiace, su Ricci si erano create tante attenzioni, ma siamo convinti di aver agito nel verso giusto”. E per sostituirlo non mancano le opzioni. “Non c’è solo Asllani per la sua eredità, anche Stulac. Asllani però non è più una scommessa, è nei meccanismi della squadra e ci è entrato con decisione. Noi poi andiamo oltre la qualità individuale del calciatore, vogliamo che ognuno dia il suo apporto. Meglio avere tanti calciatori che si impegnano sempre che un paio che fanno la differenza”.

CACACE - Spazio anche ai volti nuovi come il neozelandese Liberato Cacace, che potrebbe essere una delle sorprese della seconda parte di stagione dell’Empoli. E Andreazzoli dimostra di aver apprezzato il suo arrivo. “Non lo conoscevo ma su di lui avevo buone sensazioni, che sono state confermate, perché ha sia qualità che forza. I calciatori che arrivano qui hanno la sensazione di essere in una squadra dove è semplice inserirsi. E a me non piace parlare di riserve, per me sono tutti titolari”. E i risultati danno ragione a lui!