Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Andreazzoli: “Soddisfatto, anche se ci siamo un po’ spaventati e ricordati di essere giovani…”

FLORENCE, ITALY - FEBRUARY 03: Aurelio Andreazzoli during the "Panchina D'Oro Prize" award at Centro Tecnico Federale di Coverciano on February 3, 2020 in Florence, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

L'Empoli si porta a casa tre punti preziosissimi in chiave salvezza al termine di 90' dai due volti.

Redazione Il Posticipo

L'Empoli vince a Salerno e si porta a casa tre punti preziosissimi in chiave salvezza al termine di 90' dai due volti. Partita dominata in lungo e in largo nei primi minuti di gioco e poi vissuta sull'adrenalinico tentativo di rimonta dei granata. L'Empoli, dopo essersi ritrovato con quattro gol di vantaggio, ha perso il filo del gioco e della partita, rischiando molto di più di quanto dica il risultato finale. Andreazzoli analizza la sfida ai microfoni di DAZN.

POKER - L'Empoli ha impiegato solo un tempo mettere a segno quattro gol, ma il proseguo della partita è stato di sofferenza più che di gestione. Come se il risultato, paradossalmente, avesse condizionato in negativo la squadra. "Sono molto soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi, anche se alla fine della partita non ero rilassatissimo.  Preferisco senza dubbio sentirmi come alla fine del primo tempo, ma sapevo che non si poteva restare sereni sino al 90'. Paradossalmente ci siamo creati un problema nell'andare al riposo sul 4-0. Dopo essere stati eccellenti, ci siamo un po' spaventati. Questa partita ci ricorda che siamo una squadra  molto giovane, ma abbiamo dimostrato anche la voglia di soffrire e di portare a casa un risultato molto importante".

 EMPOLI, ITALY - SEPTEMBER 11: Aurelio Andreazzoli manager of Empoli FC gestures during the Serie A match between Empoli FC and Venezia FC at Stadio Carlo Castellani on September 11, 2021 in Empoli, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

PROSPETTIVE - Il tecnico dei toscani aveva chiesto una reazione dopo il ko dell'Atalanta e l'ha trovato. Resta da lavorare sulla continuità di rendimento. L'Empoli o vince o perde. E con due punte cambia parecchio: "Siamo una squadra ancora molto giovane, qualche dazio per forza di cose si paga. Anche se ogni partita ci serve a imparare qualcosa di nuovo. Contro l'Atalanta abbiamo capito che a volte serve usare l'accetta al posto del bisturi e al di là del risultato ci porteremo dietro qualcosa anche da questa partita. Per quanto riguarda la scelta delle due punti, c'è da dire che con Pinamonti da solo abbiamo segnato quattro gol anche al Bologna. Non è il reparto o il modulo a fare la differenza quanto l'interpretazione del gioco. Chiaramente se poi Cutrone si presenta con una prova come quella appena offerta, ci è di grande aiuto".