Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Andreazzoli: “Non mi aspetto un Verona appagato e fare punti in Serie A non è mai semplice”

EMPOLI, ITALY - SEPTEMBER 11: Aurelio Andreazzoli manager of Empoli FC gestures during the Serie A match between Empoli FC and Venezia FC at Stadio Carlo Castellani on September 11, 2021 in Empoli, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

L'Empoli approccia la sfida con il Verona con la consapevolezza di aver fatto molto, ma sapendo che il compito non è terminato. E Andreazzoli spiega che il cammino è ancora lungo.

Redazione Il Posticipo

L'Empoli approccia la sfida con il Verona con la consapevolezza di aver fatto molto, ma sapendo che il compito non è terminato. I toscani sono a dieci punti dalla zona retrocessione e con il numero delle partite che diminuisce, la permanenza in A è decisamente alla portata della squadra di Andreazzoli. Il tecnico però non vuole che i suoi tirino i remi in barca, anche perchè l'Empoli non vince ormai...dallo scorso anno. E in conferenza stampa l'allenatore spiega che il cammino è ancora lungo.

PRIVILEGI - E chi si aspetta un Verona ormai soddisfatto di una salvezza raggiunta tranquillamente, nonostante la partenza complicata con Di Francesco, ha capito male. "Non penso che il Verona si senta appagato, i numeri sono quelli di una squadra importante, che ha parecchi attributi. Noi proveremo a fare il massimo, anche se non sempre basta, fare punti in A non è semplice, è faticoso, soprattutto quando si fa parte di quel gruppo di squadre che non hanno privilegi. Ma se se a inizio stagione ci avessero detto che a questo punto saremmo stati qui, avremmo firmato". Sulla questione dei privilegi serve però qualche precisazione, anche visto che si è parlato spesso di arbitri nelle ultime settimane. "Intendo dire che dobbiamo guadagnarci tutto, che non abbiamo tutta questa forza. Non mi riferisco a nessun elemento strano...".

I CALCIATORI - Vincere serve, ma l'importante è che la squadra ci metta tutto quello che ha. "All'Empoli chiediamo sempre il massimo dell'impegno, che c'è sempre, tanto in partita quanto in allenamento. Ovviamente però guardiamo a ogni partita pensando di vincere a tutti i costi". E poi qualche commento sui calciatori. "Asllani è un ragazzo molto equilibrato, ma va lasciato tranquillo. Vicario è più esperto e le sue prestazioni parlano per lui, è sempre determinante e può migliorare". Come l'Empoli, che può ottenere ancora più tranquillità con i tre punti che ormai mancano dalla clamorosa vittoria in casa del Napoli. E che dal Verona non si aspetta sconti.