Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Andreazzoli: “La sosta è un fastidio, speriamo che questa volta porti consiglio…”

EMPOLI, ITALY - SEPTEMBER 11: Aurelio Andreazzoli manager of Empoli FC gestures during the Serie A match between Empoli FC and Venezia FC at Stadio Carlo Castellani on September 11, 2021 in Empoli, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

L'Empoli ha sempre sofferto alla ripresa dopo lo stop.

Redazione Il Posticipo

Aurelio Andreazzoli, tecnico dell’Empoli, fatica a digerire la sosta, come riportato dal canale ufficiale del Club. L'amichevole con il Perugia ha lasciato in eredità buone indicazioni, come la via del gol ritrovata da Cutrone ma l'interruzione ha interrotto la forza d'inerzia generata da diversi risultati positivi. La ripresa del campionato, contro il Verona, sfida fra le due squadre rivelazioni della prima parte di questa stagione, potrà dire molto sulle ambizioni e le possibilità di una squadra che sembra poter ambire anche a qualcosa di più di una semplice salvezza.

ALTA QUOTA - Difficile, a inizio stagione, pronosticare un Empoli - Verona ad alta quota. Il Bentegodi è un campo ostico. Sono cadute Roma, Lazio e Juventus. I toscani però in trasferta hanno un rendimento eccezionale. "Sarà una partita difficile, l'Hellas è una squadra che mi piace molto, sta mostrando tutto il proprio valore. La media punti di Tudor è da temere, sebbene le nostre  prestazioni lontano da casa siano importanti. Al netto delle cifre, conteranno attenzione e concentrazione.

SOSTA - Alle difficoltà oggettive c'è da aggiungere l'incognita legata alla sosta che non ha portato bene sinora. Sconfitte contro Venezia e Atalanta. Ad Andreazzoli non piacciono le interruzioni. E non lo nasconde. "La sosta è stata un fastidio a cui si è cercato di rimediare organizzando delle partite amichevoli che hanno permesso ai ragazzi di spezzare la settimana e accumulare minutaggio nelle gambe. L’obiettivo principale di queste gare è di  verificare la condizione e mantenerla.  Spero che l'esperienza legata al passato ci porti consiglio".

PROSPETTIVE - Piedi ben saldi in terra. L'obiettivo resta la salvezza. Nel calcio, come ha detto anche il presidente Corsi, l'oro diventa presto cartone. "Ci restano ancora diversi aspetti da migliorare. Fosse uno solo sarei molto più sereno. Ci siamo lasciati alle spalle solo dodici partite, occorre ancora percorrere due terzi del cammino. E servirà una particolare cura dei dettagli, anche se i calciatori a disposizione sono stati bravissimi nell'accorciare i tempi di apprendimento. Questa rosa lavora con  grande applicazione anche se restano alcuni nervi scoperti da prendere in considerazione. Se siamo a questo punto, però, evidentemente c'è del merito da parte di questi ragazzi".