Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Andreazzoli: “Incidente di percorso, non so se Berardi è in fuorigioco, senza quel rosso gara diversa”

FLORENCE, ITALY - FEBRUARY 03: Aurelio Andreazzoli during the "Panchina D'Oro Prize" award at Centro Tecnico Federale di Coverciano on February 3, 2020 in Florence, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

L'Empoli cade con il Sassuolo

Redazione Il Posticipo

Quando Sassuolo ed Empoli si incrociano in serie A sono sempre scintille. L'ex Dionisi torna al Castellani  e si fa sentire. Manita alla squadra padrone di casa che paga l'ingenuità di Viti che lascia l'Empoli in inferiorità numerica sul 2-1 per i neroverdi che hanno giocato sul velluto. Andreazzoli analizza la sfida ai microfoni di DAZN.

ROSSO - Una sfida che racconta due partite diverse. Quella molto equilibrata ed aperta a ogni tipo di soluzione prima del rosso. E l'ultima parte, evidentemente condizionata dalla doppia ammonizione collezionata dal ragazzo. Anche se Andreazzoli ha ancora qualche dubbio sulla posizione di partenza di Berardi e della sua difesa. "Stavo guardando le immagini dell'espulsione. Mi sembrava potesse essere fuorigioco in partenza, ma non ci sono immagini chiare sulla posizione della nostra linea difensiva. Se fosse stato in fuorigioco magari Viti non prendeva l'espulsione e la gara poteva dire altro. Il cartellino arriva mentre eravamo in un momento della partita che si stava giocando alla pari dopo che la mia squadra aveva subito nelle prime fasi qualità e organizzazione del Sassuolo. Non era la giornata ideale per affrontare una squadra più forte di noi, e neanche per subire due infortuni muscolari e un rosso".

 EMPOLI, ITALY - SEPTEMBER 11: Aurelio Andreazzoli manager of Empoli FC gestures during the Serie A match between Empoli FC and Venezia FC at Stadio Carlo Castellani on September 11, 2021 in Empoli, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

KO - Un ko doloroso, dopo il pareggio e i complimenti dell'Olimpico. Sconfitte del genere però restano assorbibili grazie a una classifica ancora lusinghiera. "Siamo alla ventunesima giornata, prendo l'accaduto come un incidente di percorso. Se il prossimo arriva dopo altre ventuno giornate mi va benissimo. Quando l'avversario ti mette i piedi addosso significa che si può fare sempre di più, ma occorre riconoscere qualità e chiarezza di idee. Non siamo stati pronti e preparati a ribattere. Avremmo fatto volentieri a meno degli infortuni, oltre che della sconfitta non ho notizie sulle condizioni di Marchizza e Di Francesco, per ora la situazione non è bellissima. Mi tengo il coro dei tifosi sono sempre stati carini con me, ma del resto lo sono sempre stati".