Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Andreazzoli in emergenza: “Spiace non avere tutti a disposizione, il Venezia è ostico. Potremmo giocare a tre”

FLORENCE, ITALY - FEBRUARY 03: Aurelio Andreazzoli during the "Panchina D'Oro Prize" award at Centro Tecnico Federale di Coverciano on February 3, 2020 in Florence, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

L'Empoli vuole riprendere il suo ottimo cammino dopo la pesante sconfitta contro il Sassuolo. Per Andreazzoli però le cose non sono per nulla semplici.

Redazione Il Posticipo

L'Empoli vuole riprendere il suo ottimo cammino dopo la pesante sconfitta contro il Sassuolo. Per Andreazzoli però le cose non sono per nulla semplici. Tra squalifiche e infortuni, la rosa si restringe proprio nella settimana in cui c'è anche l'incontro di Coppa Italia a San Siro. Il tecnico toscano, comunque, in conferenza stampa continua con il suo mantra: lavoro e...pensiero alla salvezza. E a questo punto la partita contro il Venezia è sia la possibilità di rimettersi immediatamente in carreggiata, sia una tappa pericolosa, perchè i lagunari hanno dimostrato di saper sorprendere...

SALVEZZA - Dunque, partita tra squadre che hanno lo stesso obiettivo? Per Andreazzoli non ci sono dubbi. "Io il discorso salvezza non lo abbandono, resta comunque il nostro obiettivo. I ragazzi sono stati molto bravi e la classifica che abbiamo non ce l'hanno regalata, ma va conquistata. Abbiamo seminato tanto, vogliamo raccogliere". Non però affrontando i match come quello precedente. "Col Sassuolo abbiamo perso sotto tutti i punti di vista, è un episodio che vogliamo metterci alle spalle, ma a cui fare massima attenzione. Certe volte affronti chi gioca meglio di te, bisogna lavorare cercando di migliorare. E il Venezia è una squadra ostica".

EMERGENZA - Che l'Empoli affronterà in emergenza. "Romagnoli sta bene, verrà convocato. Sulla sinistra, dove abbiamo fuori sia Parisi che Marchizza, vedremo, dobbiamo decidere. Vedremo domani come presentarci, potrebbe anche essere con la difesa a tre, non abbiamo ancora deciso al riguardo". Logico però che le scelte ridotte possano influire sia sul gioco che sul morale. "Mi dispiace molto non avere tutti a disposizione. Poi c'è anche quella bella vetrina della partita in mezzo alla settimana che ci creerà qualche problema dal punto di vista degli uomini. Quando il numero di calciatori è limitato si soffre e questo mi dispiace. Anche perché, sia per una questione di classifica che per soddisfazioni personali, in una settimana così complicata, in cui giocheremo tre gare, avere tutti a disposizioni avrebbe fatto piacere. Vorrei contare su tutti, ma non so se sarà possibile. Avremo un numero minimo di calciatori, ma faremo del nostro meglio". Il che, vista la stagione dei toscani finora, non è comunque niente male...