Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Andreazzoli e l’indice di liquidità : “Possiamo muoverci poco ma non è un problema”

Andreazzoli e l’indice di liquidità : “Possiamo muoverci poco ma non è un problema” - immagine 1

Il parametro condiziona l'Empoli sul mercato ma il tecnico se ne fa una ragione.

Redazione Il Posticipo

L'indice di liquidità condiziona l'Empoli. Il parametro utilizzato per determinare l’eventuale carenza finanziaria, è calcolato attraverso il rapporto tra le Attività e le Passività Correnti. In soldoni, perché di questo si tratta, l'indice  dimostra quando un club sia in grado di rispettare i propri impegni finanziari a breve termine: per il 2021/22 il valore minimo è di 0,6. E i toscani, come molti altri club, possono muoversi poco. Andreazzoli, in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Coppa Italia con l'Inter, se ne fa una ragione.

MERCATO - Mercato quasi bloccato, ma il tecnico non lo ritiene un problema insormontabile. "Non poter muovere quasi niente è un qualcosa che ci gira molto alla larga. Sfortunatamente o fortunatamente dunque, la finestra di gennaio non ci interessa molto, anche se qualche necessità l'avremmo. Ci manca Haas, ma evidentemente dovremo fare di necessità  virtù se non riusciremo a colmare la casella lasciata vuota".

INTER - L'Empoli se la sta cavando benissimo. Anche in Coppa Italia tante soddisfazioni, ma adesso la strada si inerpica. C'è l'Inter. "Questa sfida arriva in un momento un po' particolare, non siamo in un periodo di abbondanza. Alcune scelte sono quasi obbligate, poi è chiaro che si tratta di un impegno che la squadra ha voglia di onorare.  Sarà un bel banco di prova anche per le individualità che per un motivo o un altro non siamo riusciti a mostrare sinora. Vogliamo ben figurare contro un avversario di cui è inutile anche parlare, in considerazione delle possibilità e delle risorse a disposizione. Cercheremo di fare la nostra parte, consapevoli che sia difficile ma anche che tutto può accadere. Il "si può fare" appartiene al calcio, fantastico perché lascia aperta ogni tipo di porta".

ATMOSFERA - Sfida che si giocherà in una atmosfera quasi irreale. San Siro con una capienza ristretta diviene quasi un acquario. "Sono davvero molto dispiaciuto che vi sia una limitazione agli ingessi. Credo che sia una penalizzazione per entrambe le squadre, perché è bello giocare a San Siro quando è pieno. Non è mai una cosa negativa giocare di fronte a tanto pubblico, abbiamo visto tanti stadi e siamo ormai vaccinati a questa pressione"