Andreazzoli, appeso a un filo: “Conosco il calcio e so cosa succede. Rientra nella logica…”

Andreazzoli, appeso a un filo: “Conosco il calcio e so cosa succede. Rientra nella logica…”

Il tecnico del Genoa dopo la sconfitta maturata al Tardini sembra avere il destino segnato. Già si parla di possibili sostituti…

di Redazione Il Posticipo

Era la prova del nove. Fallita. Il Parma umilia il Genoa: 5-1. Una manita che rende quasi drammatica la classifica dei liguri. E con ogni probabilità condannerà Aurelio Andreazzoli alla chiusura anticipata del rapporto con il club rossoblu. La sfida contro il Milan, aveva spinto la società a dare fiducia. Andreazzoli ha avuto un’altra opportunità ma la sensazione è che il credito sia esaurito.

IMPIETOSA – Il Genoa ha avuto un’anima ma l’ha persa per strada: gioca anche bene, ma la sensazione è che la squadra si sciolga alla prima difficoltà. La classifica è impietosa e sembra inevitabile un cambio: il tecnico ha parlato praticamente da ex ai microfoni di Sky Sport: “La squadra ha mostrato qualche pecca, un po’ per colpa mia, un po’ per chi va in campo. Non credo sia un discorso di determinazione. Ci siamo fatti dei danni da soli. Abbiamo perso contro una squadra più forte, precisa e determinata di noi. Il punteggio poteva essere diverso, senza qualche regalo in meno, ma credo che sia giusto la gara l’abbia vinta il Parma. Sono stati più bravi di noi, che abbiamo retto botta ma non riusciamo a ottenere ciò che creiamo”.

ESONERO – La sosta, paradossalmente, non ha aiutato Andreazzoli: anche perché le continue voci sui “no” di altri allenatori che di fatto avrebbero permesso al praticamente ex tecnico di restare alla guida della squadra hanno destabilizzato l’ambiente.  Il tecnico sembra comunque ai saluti: “Siamo gente di calcio so benissimo come funzionano gli equilibri in queste situazioni. Tutto questo non è sotto il mio controllo, ciò che potevo farlo ho cercato di metterlo in campo. Il resto non dovete chiederlo a me ma rientra nella logica delle cose. Probabilmente voi siete più informati di me. Mi mancherà parlare con voi ma cosa è successo in queste due settimane credo debba rimanere fra me e la società”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy