Ancora polemiche politiche nel calcio spagnolo: “Il Barça ha rinunciato a un torneo giovanile per non indossare la maglia della Spagna”

Ancora polemiche politiche nel calcio spagnolo: “Il Barça ha rinunciato a un torneo giovanile per non indossare la maglia della Spagna”

La Danone Nations Cup è un torneo giovanile in cui club di tutto il mondo rappresentano il proprio paese ed è considerata il mondiale per i ragazzi dai 10 ai 12 anni. Gli alfieri della Spagna nell’edizione 2019 sono stati Villarreal ed Espanyol. E il Barça? Ha avuto problemi…di maglia.

di Redazione Il Posticipo

La Danone Nations Cup è un torneo in cui squadre giovanili di club provenienti da tutto il mondo rappresentano il proprio paese. E per la sua importanza è considerata il mondiale per i ragazzi dai 10 ai 12 anni, con Zinedine Zidane che ne è stato ambasciatore per oltre dieci anni. L’ultima edizione, quella del 2019, si è appena tenuta a Barcellona. La Spagna si è ben comportata, con le due squadre selezionate che hanno vinto il torneo femminile e conquistato l’argento in quello maschile. A portare alto lo stendardo iberico sono stati rispettivamente l’Espanyol per quello che riguarda le ragazze e il Villarreal con la rappresentativa maschile.

MAGLIA DELLA SPAGNA – Eppure anche in questo caso si parla di politica. E tutto è legato all’assenza del Barcellona. Perchè il club che da decenni rappresenta l’eccellenza a livello giovanile non è stato selezionato come alfiere della Spagna? La risposta arriva dalla trasmissione ‘Què T’hi Jugues’, in onda su Cadena Ser Catalunya. Gli under-12 blaugrana in realtà si erano qualificati per la fase finale del torneo maschile. Ma nelle ultime partite non avrebbero potuto giocare con la classica maglia del club, come avevano fatto fino a quel momento.  Da regolamento avrebbero dovuto indossare quella della nazionale. Ed è proprio qui che, come spiegano nel programma radiofonico, è arrivato l’intoppo.

NO CHE FA DISCUTERE – “Il Barcellona avrebbe dovuto giocare con la maglia della Spagna. E i responsabili del Barcellona hanno reso ben chiaro che ‘il club non scende in campo con una maglia che non sia la sua’”. E quindi alla fine a rappresentare la Spagna è stato il Villarreal, che si è arreso nell’ultimo atto ai messicani del Chivas Guadalajara. Una notizia che, in un momento in cui le polemiche per le sentenze contro i leader indipendentisti catalani hanno coinvolto il mondo del calcio, non fa altro che gettare benzina sul fuoco. Così come ha fatto l’Espanyol, che per distinguersi dai cugini non solo ha indossato con gioia la maglia rossa nella finale femminile, ma ci ha anche fatto scrivere “SPAGNA” a caratteri cubitali…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy