Anche Ronald de Boer spinge Van de Beek lontano dallo United: “Gli Europei si avvicinano e se continua a giocare poco…”

Il centrocampista del Manchester United continua a ricevere messaggi dall’Olanda e il senso è sempre lo stesso: meglio lasciare immediatamente Old Trafford. L’ultimo arriva da Ronald de Boer, ex calciatore ma soprattutto fratello di Frank, colui che ha ereditato da Koeman la panchina della nazionale dei Paesi Bassi…

di Redazione Il Posticipo

Quello di gennaio è sempre un mercato particolare, in cui a cambiare squadra è spesso chi in quella attuale non gioca molto ed è alla ricerca di spazio. Le cose poi si fanno assai più complicate quando a fine stagione c’è una grande competizione internazionale. Euro 2020 è diventato Euro 2021, così come la Copa America, quindi sia i calciatori del Vecchio Continente che i sudamericani devono farsi notare il più possibile dai propri selezionatori. E proprio a questo riguardo arriva un altro avviso dall’Olanda a Donny van de Beek. Il centrocampista del Manchester United continua a ricevere messaggi dalla sua patria e il senso è sempre lo stesso: meglio lasciare immediatamente Old Trafford.

EUROPEI – L’ultimo arriva da Ronald de Boer, ex calciatore ma soprattutto fratello gemello di Frank, colui che ha ereditato da Ronald Koeman la panchina della nazionale dei Paesi Bassi. Parlando all’Algemeen Dagblad, De Boer spiega a Van de Beek che continuare a fare panchina allo United può fargli addirittura rischiare il posto nella rosa per gli Europei… “L’Europeo si a avvicina e Donny certamente vorrà partecipare. E quindi farebbe meglio a parlare con il Manchester United e capire che intenzioni hanno con lui. Se la loro visione sul suo minutaggio non dovesse cambiare, a quel punto potrebbe dover insistere per un prestito, o addirittura per una cessione”. Considerando che l’olandese è stato acquistato in estate e per 40 milioni di sterline, non proprio un qualcosa che può far piacere allo United.

(Photo by Alex Livesey/Getty Images)

DUE MINUTI – I numeri però parlano chiaro. Prima del match contro il City, i giornali del suo paese avevano consigliato a Van de Beek di “fare le valigie” in caso di mancato impiego nel derby di Coppa di Lega. Solskjaer però non si è fatto impressionare e lo ha lasciato comunque in panchina, mandandolo in campo per appena due minuti, che portano il totale di quelli disputati in stagione ad appena 762. Dunque, l’addio sembra necessario, a meno che, come spiega De Boer, non succeda qualcosa di inatteso. “A volte c’è bisogno di essere fortunati. Ovviamente per lui le cose non stanno andando molto bene ora, ma con una grande prestazione tutto può cambiare”. Con due minuti, però, neanche il buon Donny…può fare miracoli!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy