Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Anche per Merson l’esonero di Solskjaer è…colpa di CR7: “Ha rovinato tutto, è lui il tallone d’Achille…”

MANCHESTER, ENGLAND - SEPTEMBER 11: Cristiano Ronaldo of Manchester United looks on during the Premier League match between Manchester United and Newcastle United at Old Trafford on September 11, 2021 in Manchester, England. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Il vaso di Pandora a Manchester ormai è stato scoperchiato. L'addio di Solskjaer alla panchina dei Red Devils permette una valutazione definitiva sull'operato del norvegese. Che molti assolvono, sottolinenando l'impatto del ritorno di CR7...

Redazione Il Posticipo

Il vaso di Pandora a Manchester ormai è stato scoperchiato. L'addio di Solskjaer alla panchina dei Red Devils permette una valutazione definitiva sull'operato del norvegese, arrivato in sordina come traghettatore quando è stato esonerato Mourinho e rimasto, spesso quasi a dispetto dei santi, per tre anni. Cos'è andato storto? Perchè una squadra che nella scorsa stagione stava facendo bene si è improvvisamente involuta? Per alcuni, la risposta è molto semplice: a rovinare i piani è stato il ritorno di Cristiano Ronaldo. Tra quelli che sostengono questa teoria c'è anche l'ex stella dell'Arsenal Paul Merson. In alcune dichiarazioni raccolte da AS, la leggenda dei Gunners non si morde la lingua sul portoghese.

ESTATE - Secondo Merson, Solskjaer era riuscito finalmente a trovare la quadra e il mercato estivo dello United era stato calibrato sulle sue esigenze, regalandogli un attacco capace di giocare quasi...in stile Liverpool, con ripartenze fulminee dei tre davanti. "Mi dispiace per Solskjaer, perchè era chiaro che avesse un piano per la squadra ben definito già dalle ultime partite della scorsa stagione, quando alla fine sono arrivati secondi. In estate finalmente erano riusciti a prendere Sancho e si vedeva quello che voleva il tecnico: Sancho da una parte, Rashford dall'altra, Cavani pronto a sfruttare ogni occasione, Greenwood in grado di entrare a partita in corso... Gioventù, velocità, dribbling e molta energia".

ROVINARE TUTTO - Poi, però, quando diventa chiaro che CR7 lascerà la Juventus, lo United richiama il figliol prodigo, anche per evitare che finisca ai cugini del City. E per Merson, cade la prima tessera del domino che alla fine ha portato all'addio del tecnico norvegese. "E poi, l'ultimo giorno di mercato, arriva Cristiano Ronaldo e questo rovina tutto. Tutto è andato a rotoli. Con Ronaldo non si può giocare in contropiede. In questa stagione Bruno Fernandes non ha toccato un pallone. Non fraintendetemi, Ronaldo è uno dei migliori giocatori del mondo, ma in questa squadra è lui il tallone d'Achille". Un tallone d'Achille che però è allo stesso tempo impossibile da non schierare, considerando che spesso e volentieri le castagne dal fuoco a Solskjaer le ha tolte lui. Dunque, dove sta la verità? Probabilmente, nel mezzo...